Puoi aggiungere un testo qui (3) Puoi aggiungere un testo qui (4)  


  Home
  News



  Chi siamo
 Storia
 Squadra
 Stemmi Storici
  Kits
  Kits Storici
  Tifosi & Stadio
  Il mercato
  Gli Sponsor
  Albo d'Oro
  Record
  Bacheca Trofei
  Leggende
  Hall Of Fame



  Classifica
  Calendario
  Marcatori



  Libro degli ospiti
  Gemellaggi
  Vota il sito
Una vittoria insperata, che garantisce la salvezza matematica. Bunga 0 - 1 F.C. Real Star! 11/08/2013 1:14 am 
Al Bunga Bunga AC Arena sono giunti 15230 spettatori, la terna arbitrale Torben Hillerup, Clemens Baatz e Jan-Heiko Schol. I padroni di casa schierano un 3-5-2: Barak, Granroth, Daire, Floro Flores, Maceiras, Županek, Bronisz, Bucovaz, Junqueira, Martinsson, Swevers. Gli ospiti rispondono con un 4-4-2: Boldrini, Meschini, Postel, Aspening, Ługiewicz, Heuze, Agayof, Forestier, Athinis, Quintana, Hartman.

I giocatori del Real hanno deciso di difendere a tutto campo, un pressing veramente asfissiante e la fluidità del gioco ne risente non poco. Al 21° Hartman, dopo aver accennato uno scatto, si ferma a bordo campo, contrattura, al suo posto entra Tapia. La rete del vantaggio ospite arriva grazie ad una pessima interpretazione della tattica del fuorigioco: al 33°, Tapia mette in rete da centro area ed in perfetta solitudine, 0-1 e su questo punteggio si conclude il primo tempo.
La ripresa si apre con i consueti cambi. Junqueira avrebbe potuto pareggiare su calcio di punizione, ma il portiere riesce in qualche modo a farci arrivare la mano. Aspening solo sulla destra, durante un tentativo di contropiede, ha colto gli avversari di sorpresa. Solo un miracolo del portiere ha impedito il goal. I giocatori di F.C. pressano a tutto campo e spesso riescono a bloccare sul nascere le azioni offensive avversarie. I giocatori di F.C. attuano sovente delle folate di pressing. Proprio qualche istante fa un'azione è stata bloccata sul nascere dall'attenzione da loro riposta nella distruzione del gioco altrui. Bunga va alla ricerca del pareggio con Umberto Bucovaz: il suo tiro-cross finisce però nella zona dominata dal portiere che non ha problemi a trattenere. Il cronometro di gara segna 87 minuti quando Gerout Swevers viene ammonito per una deviazione di mano. Seconda ammonizione per lui, Bunga con un uomo in meno. Il centrocampo di Bunga è stato superiore a quello avversario, 59% è il possesso palla che sono riusciti ad ottenere.

Fra i giocatori di Bunga spicca sicuramente l'operato di Gniewosz Bronisz. Alán Maceiras è stato proprio una delusione, sicuramente il peggiore del suo team. Il sito internet dei fan di F.C. ha eletto Daniel Tapia come migliore in campo. Chissà che il coach di F.C. non si sia pentito di aver schierato Erotokritos Athinis. La partita è finita 0 - 1. Al rientro negli spogliatoi la squadra ospite viene accolta dagli applausi dei giocatori di casa disposti in due file. Anche il pubblico si alza in piedi per applaudire.
Tutte le News
La salvezza è vicina, ma non certa dopo il 2-2 con Crysis. 11/08/2013 1:04 am 
Cielo coperto sul Psycho Thunder Arena, la terna arbitrale è composta da Pompeo Demetri, Stefan Larsson e Liviu Stan. I padroni di casa schierano un 4-4-2:Nilsen,Castrovido,Scheffers,Koch,Leopardi,Canegallo,Kondel,Jonsson,Dan,Rustad,Casari.Gli ospiti un 4-4-2 con:Boldrini,Meschini,Aspening,Calamari,N'Doye,Heuze,Agayof,Forestier,Athinis,Quintana,Hartman.

Si sente il ringhio dei giocatori di Crysis che difendono a tutto campo sui loro avversari: un pressing veramente asfissiante e il Real non è da meno, sono due squadre guardinghe. Tutti in piedi per applaudire il gol del vantaggio casalingo: il calcio piazzato era forse dubbio, ma la magistrale conclusione di Dan va annoverata fra i capolavori balistici di questa stagione. Aspening avrebbe dovuto buttarla dentro, quando si è trovato a porta vuota dopo la bella giocata di N'Doye su calcio d'angolo, ma il suo tiro è finito incredibilmente fuori. Notevole il lavoro di Castrovido nella fascia centrale del campo, al 26° è lui stesso a poter chiudere l'incontro, ma il suo tiro carico d'effetto si stampa sul palo. Al 27° un ottimo intervento difensivo di Postel che ha fermato una pericolosa azione avversaria e sono ripartiti velocissimi in contropiede. Aspening, scattato sul filo del fuorigioco, ha ricevuto puntualmente palla dalla sinistra e ha segnato il gol del 1-1. Agayof, dopo una buona azione personale sulla sinistra, non riesce a portare la sua squadra in vantaggio, al 32°. Si conclude così il primo tempo sul punteggio di 1-1, le due squadre vanno negli spogliatoi a prendere un tè caldo.
La ripresa si apre con i consueti cambi. Hartman prova la botta da fuori al 50°, dopo una bella azione sulla sinistra, ma la palla finisce sul fondo. Su di un tiro dalla bandierina, la prima conclusione di Castrovido è debole, ma il portiere avversario smanaccia invece di bloccare e Canegallo ringrazia e sigla il 2-1. Gli ospiti rifiutano la resa e pervengono al pareggio con una bella azione che si conclude con un cross dalla destra su cui Quintana mette lo zampino e devia in porta. N'Doye avrebbe potuto portare il Real in vantaggio al 72°, ma Nilsen è stato più lesto di lui e in uscita lo ha fermato. Il Real ha molte occasioni per segnare, al 75° quando Calamari solo di fronte a Nilsen, sbaglia. Quest è l'ultima azione e sul definitivo 2-2 si conclude la partita.
Tra i migliori spicca Fabian Koch mentre tra i flop Fortunato Savina, per il Real tra i migliori Pablo Javier Hartman e tra i flop Erotokritos Athinis.
Tutte le News
Un pareggio che fa sperare. 11/08/2013 12:48 am 
Al The Eagles Arena, sono arrivati 19554 tifosi, nonostante la minaccia di pioggia, la terna arbitrale è composta da Ignacy Trochim, Rudibert Santl e Fabián Chávez. I padroni di casa schierano un 4-4-2: Boldrini, N'Doye, Aspening, Calamari, Meschini, Heuze, Agayof, Forestier, Athinis, Quintana, Hartman. Gli ospiti un 3-5-2: Marangoni, Mårtensson, Pătraşcu, Villar, Slosse, Gallo, Gándara, Giaran, Marciniuk, Altengamme, Brodolini.

La strategia del Real prevede un pressing a tutto campo nel tentativo di interrompere le costruzioni offensive dell'avversario. Pătraşcu sbuca tra due avversari sulla fascia destra e lascia partire un missile che però si stampa sul palo esterno, dopo 8 minuti. Bards può andare in vantaggio al 27°, Mårtensson irrompe sulla destra ma si allunga troppo la palla e Boldrini, in uscita, lo anticipa. Sul parziale di 0 - 0 le compagini vanno a bere un tè caldo.
La ripresa si apre con i consueti cambi e sin da subito il Real ha ripreso a pressare gli avversari a tutto campo. Cristiano Brodolini avrebbe potuto portare bards in vantaggio al minuto 76, grazie ad un bel lancio in profondità dalla destra, ma Lucas Manuel Boldrini è stato più lesto di lui e in uscita gli ha soffiato il pallone dai piedi. È perfetto il passaggio che smarca Leopold Altengamme sull'angolo destro dell'area di rigore. La posizione non è però una delle più adatte alla conclusione a rete, e l'impensabile tiro al volo che ne viene fuori si tramuta in un colpo di genio al quale i tifosi di bards preferiscono non pensare. Nella zona nevralgica del campo bards ha avuto la meglio, controllando il gioco per un buon 64% della frazione.

Tra i migliori per F.C. bisogna senz'altro menzionare Pablo Javier Hartman, una prestazione eccezionale la sua. Erotokritos Athinis ha disputato una prova davvero deludente. Il giocatore più importante per bards è stato senza ombra di dubbio Leopold Altengamme. Ksenofont Marciniuk è stato proprio una delusione, sicuramente il peggiore del suo team. Arriva il fischio finale sul punteggio di 0 a 0. Le squadre si radunano a centrocampo e si stringono la mano, un gesto che fa bene al calcio.
Tutte le News
Laziolimpia superiore senza scuse. 22/07/2013 4:36 pm 
All'Olimpia stadium giungono 16420 gli spettatori e la terna arbitrale Edward Koneczny, Thilo Sammet e Alessandro Mocci. I padroni di casa schierano un 3-4-3: Lagarinhos, Neff, Tuskán, Olexa, Panyshev, Camelo, Dzierżanowski, Boloş, Tomasi, Demirbilek, Arcellone. Gli ospiti rispondono con un 4-4-2: Boldrini, N'Doye, Postel, Aspening, Meschini, Heuze, Agayof, Forestier, Athinis, Quintana, Hartman.

Laziolimpia cercherà di fare pressione sui corridoi laterali per arrivare a rete. F.C. tenterà di sorprendere la difesa avversaria con dei rapidi contropiede. Laziolimpia passa in vantaggio all'8° con Demirbilek che dopo aver controllato un passaggio filtrante ha concluso a rete con un potente tiro a mezz'altezza. Neff non riesce nemmeno a inquadrare lo specchio della porta, dopo l'ennesima incursione. Tomasi converge dalla sinistra aggirando il diretto avversario e, presa in controtempo la retroguardia ospite, insacca agevolmente. Si conclude così il primo tempo sul punteggio di 2-0, la ripresa si apre con i consueti cambi. Boato sugli spalti, quando Tomasi va vicino al gol, ma dopo essersi smarcato bene sulla destra, il suo colpo di testa viene deviato in corner dal portiere. Non ce n'è per nessuno! Il portiere di casa non lascia spazio a speranze di recupero respingendo il tentativo quasi disperato di Postel che proveniva dalla fascia sinistra. Sale l'incitamento della panchina ospite, dopo il gol che ha ridato forza alle speranze del Real. Agayof si invola sulla fascia destra e va a concludere in diagonale sul secondo palo, spiazzando l'estremo difensore di casa: 2-1. Tutta la squadra ospite attornia l'arbitro per contestare la concessione della massima punizione che potrebbe permettere a Laziolimpia di aumentare il proprio vantaggio. Il direttore di gara è però impassibile, come lo stesso Demirbilek che calcia bene dagli undici metri per il definitivo
3-1.

Il sito internet dei fan di Laziolimpia ha eletto Ariel Dzierżanowski come migliore in campo. Martins Lagarinhos ha disputato una prova davvero deludente. Fra i giocatori di F.C. spicca sicuramente l'operato di Pablo Alejandro Quintana. Chissà che il coach di F.C. non si sia pentito di aver schierato Erotokritos Athinis. La partita è finita 3 - 1. Al rientro negli spogliatoi la squadra ospite viene accolta dagli applausi dei giocatori di casa disposti in due file. Anche il pubblico si alza in piedi per applaudire.
Tutte le News
Vittoria schiacciante per la salvezza! 22/07/2013 4:26 pm 
Al The Eagles Arena, sono presenti 18073, la terna è composta da Aurelian Epure, Michael Coleman e Marco Bauer. I padroni di casa schierano un 4-4-2: Boldrini, N'Doye, Postel, Aspening, Meschini, Heuze, Agayof, Forestier, Athinis, Quintana, Hartman. Gli ospiti rispondono con un 4-4-2: Bardhi, Focşăneanu, Mannu, Turrida, Levratto, Bonzi, Querzè, Trincone, Simeone, Bigioni, Colligiani.

La strategia di F.C. prevede grandi sforzi in difesa, affidando alle ripartenze rapide le sue chance in attacco. Punizione a due fuori area al 3°, per la battuta si avvicinano in tre, ma dopo il tocco iniziale è Hartman che, senza rincorsa, colpisce d'effetto il pallone, mandandolo millimetricamente sotto l'incrocio dei pali. Applausi dagli spalti per la grande realizzazione. Dinamite pura, da 30 metri Agayof taglia l'aria con un missile che quasi inganna le telecamere per la sua velocità. Il portiere si oppone con i pugni, perché bloccarlo sarebbe stato davvero impossibile! Quintana si smarca abilmente sulla sinistra, riceve il pallone e lo piazza prepotentemente alle spalle del portiere ospite. Il vantaggio dei padroni di casa aumenta, percussione centrale e gran tiro di controbalzo di Postel, Bardhi è battuto, per il 3-0, così si conclude il primo tempo. La ripresa si apre con i consueti cambi. Pochi svolazzi e molta sostanza per i padroni di casa, che mettono a segno un altro gol. Classica verticalizzazione e difensori imbambolati, un gioco da ragazzi per Agayof scagliarla in fondo al sacco. Meschini chiama palla in mezzo all'area e, ricevuto il pallone, colpisce di ginocchio. Palla sporca, ma segna il 5-0. Calcio di punizione di seconda assegnato al Real, palla filtrante per Athinis che, senza esitare, insacca alle spalle del portiere avversario, al 72°. Al 76° dell'incontro la difesa si dimentica di Postel che si smarca solo davanti al portiere insacca facilmente: 7-0. Tapia supera la linea dei difensori e chiude il conto al 77° con l'80, la partita non dice altro.

Il migliore in campo per i padroni di casa è Pablo Alejandro Quintana, tra i flop Erotokritos Athinis, mentre per gli ospiti tra i migliori Edilio Simeone e tra i flop Francesco Bigioni. La partita si chiude sul punteggio di 8 a 0. Malgrado l'agonismo mostrato in campo, i giocatori delle due squadre si radunano a centrocampo per il consueto cerimoniale di fairplay.
Tutte le News
 
Pages : 1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 11 12 13 14 15 16 17 18 19 20 21 22 23 24 25 26 27 28 29 30 31 32 33 34 35 36 37 38 39 40 41 42 43 44 45 46 47 48 49 50 51 52 53 54 55 56 57 58 59 60 61 62