Puoi aggiungere un testo qui (3) Puoi aggiungere un testo qui (4)  


  Home
  News



  Chi siamo
 Storia
 Squadra
 Stemmi Storici
  Kits
  Kits Storici
  Tifosi & Stadio
  Il mercato
  Gli Sponsor
  Albo d'Oro
  Record
  Bacheca Trofei
  Leggende
  Hall Of Fame



  Classifica
  Calendario
  Marcatori



  Libro degli ospiti
  Gemellaggi
  Vota il sito
Repo: "Una profonda amarezza!" 06/05/2013 4:01 pm 
"Purtroppo non so che dire due 6-0 consecutivi non fanno mai piacere e sono anche non commentabili, e pur cercando non saprei che parole esprimere. Purtroppo abbiamo sbagliato completamente approccio e si vede che forse abbiamo pagato l'inesperienza, ma anche la pressione di giocare fuori casa e questo... Non va bene, io posso dire che sono amareggiato, non escludo di abbandonare il club a fine stagione purtroppo è lo stesso discorso che abbiamo fatto con Marrasca a suo tempo, la squadra sta andando bene e siamo ad un passo dalla salvezza che speriamo presto possa arrivare. Tuttavia, dovrò parlare con la società sono in questa squadra da diversi anni ormai e abbiamo raggiunto degli ottimi risultati, ma cambiare a volte è necessario, comunque rassicuro i tifosi che rimarrò seduto sino alla fine del campionato."
Tutte le News
Analisi delle ultime partite da parte di Angelo Del Lavio. 08/04/2013 4:12 pm 


"Purtroppo Mathew, non ha molte colpe sull'andamento della squadra in queste ultime partite, ma questo non significa che nessuno è esente da colpe. Infatti, i nostri errori come tattica e formazione sono stati purtroppo evidenti, e non siamo riusciti a prefissarci il cammino che avevamo previsto. Non ci lamentiamo però del lavoro svolto, ancora siamo quarti, quindi, è una soddisfazione per noi raggiungere questo obiettivo per adesso e a tre giornate dalla fine con la possibilità di fare ancora i punti per la matematica salvezza siamo contentissimi. Ci dispiace solo che in alcune partite potevamo fare di più e siamo scesi di livello e non abbiamo portato neanche un punto, soprattutto per i tifosi che pagano il biglietto e vogliono sempre vederci al massimo. Tuttavia, c'è anche da dire che noi nelle ultime partite non abbiamo più potuto schierare la difesa titolare e ci siamo dovuti presentare con una formazione approssimativa per via degli infortuni. Molti dei quali sono gravi e segneranno la fine della stagione per i giocatori. Non è una scusante, ma un fattore da tenere in considerazione, quando la squadra è piccola e ha un'organico importante deve prendere in considerazione tutto questo, perchè intervenire sul mercato non è possibile e bisogna tenere sotto controllo gli stipendi, poi anche un numero eccessivo di giocatori non è determinante per questioni di spogliatoio."

Giornalista della voce dello Sport: "Ma allora quale sarebbe la cura?"

Del Lavio: "Beh, intanto non mettere sotto pressione lo staff e i giocatori, poi le nostre prestazioni potranno anche migliorare grazie anche al nostro costante lavoro."

VS: "Come ha preso il commento del suo collega?"

Del Lavio: "Beh, mi dispiace, ma dopo due 6-0 consecutivi se così si possono definire, beh, a tutti verrebbero questi pensieri, soprattutto dopo le partite dell'andata, dove il divario non sembrava così eccelso. Però possono capitare e ne prendiamo atto, lui e tutti noi abbiamo un buon rapporto con la società, quindi speriamo che tutto possa andare per il verso giusto. Grazie!"
Tutte le News
Una nuova e cocente sconfitta, i tifosi sono delusi e Repo medita di abbandonare. 08/04/2013 3:56 pm 
20000 spettatori sono giunti al Gabriele Sandri per sostenere i propri giocatori, la terna è composta da Adrie Nanninga, Stefan Gustavsson e Jógvan Páll Ellingsgaard. La Lazio schiera un 3-5-2: Strauß, Zlicic, Foretic, Hornsby, Esartia, Katz, Boldrini, Tauernitz, Basira, Kuzawinski, Espada.
Il Real un 3-4-3: Boldrini, Meschini, Aspening, N'Doye, Muniello, Agayof, Forestier, Tavares, Quintana, Hartman, Tapia.

I padroni di casa passano in vantaggio con S. Boldrini, che supera i difensori centrali e piazza la palla là dove il portiere non può arrivare: 1-0. I giocatori di Lazio non capiscono che la partita non è ancora finita e sprecano un'altra opportunità al 24° con Espada che tenta la soluzione personale con un tiro debole e centrale. Esartia sta letteralmente dominando sulla sua fascia di competenza, mettendo nell'area avversaria un'infinità di palloni invitanti. Uno di questi giunge nei pressi di Kuzawinski: stop a seguire e botta di controbalzo sotto la traversa! 2-0 al 29°. Al 32° la difesa ospite dovrebbe avere maggior cura di Katz che si smarca presentandosi al cospetto del portiere insaccando facilmente. Al 35° la Lazio allunga, 4-0, la difesa ospite si è fatta soffiare il pallone da Tauernitz che sopraggiungeva dalla fascia sinistra e, arrivato a tu per tu con L. M. Boldrini, lo ha messo a sedere con una finta depositando in rete. Al doppio fischio il parziale è di 4-0 e con una sola squadra in campo.
"Da dove è saltato fuori?" sembrano domandarsi i difensori in area di rigore mentre guardano Basira incornare in rete il preciso corner di Tauernitz, al 54° per il 5-0. Gli sforzi della Lazio sulla fascia destra meriterebbero una migliore ricompensa, ma stavolta Katz non riesce nemmeno a inquadrare lo specchio della porta. La lazio si porta sul definitivo 6-0, con un'azione sull'arco sinistro del fronte offensivo e conclusione di prima da parte di S. Boldrini. I padroni di casa sfiorano un altro gol al 61°, Esartia, liberatosi sulla destra, lascia partire un tiro indirizzato al palo opposto, ma L. M. Boldrini rimedia deviando il pallone con la punta delle dita.
Fra i giocatori di Lazio spicca sicuramente l'operato di Nick Tauernitz. Chissà che il coach di Lazio non si sia pentito di aver schierato Hanno Strauß. Pablo Javier Hartman è stato autore di giocate memorabili, senza dubbio il migliore in campo nelle file di F.C.. Guillem Muniello ha disputato una prova davvero deludente.
Tutte le News
Torna il sereno e il sorriso in casa contro la Lalastra: 4-1. 08/04/2013 3:44 pm 
18841 tifosi sono presenti sugli spalti del The Eagles Arena, terna arbitrale è composta da Juan Víctor Rojas, Stanislaw Natorski e Erland Valentin. Il Real schiera un 3-4-3: Boldrini, N'Doye, Aspening, Meschini, Heuze, Bagnacani, Forestier, Tavares, Quintana, Hartman, Tapia.
LaLastra opta per un 4-4-2: Cimmiagnelli, Conceição, Mínguez, Yancai, Königsdorf, Versari, Speziali, Neuhuys, Berntorp, Martella, Serpa.

Al 19°, in molti hanno pensato al rigore quando Tavares, entrato in area dopo un'azione centrale, è stato atterrato dal portiere Cimmiagnelli, ma l'arbitro non ha fischiato. Al 36° esplode la gioia del pubblico di casa quando Hartman riesce a superare la difesa centrale ospite mettendo a segno il gol del 1-0. Un minuto più tardi Speziali si comporta come un giovanotto inesperto e regala un pallone agli avversari. Fortunatamente per lui, sciupato. Si conclude così il primo tempo sul punteggio di 1-0, le due squadre vanno negli spogliatoi a prendere un the caldo. La ripresa si apre con alcuni cambi e si vedono i risultati. I padroni di casa sfiorano un altro gol al 59° con Hartman, liberatosi sulla destra, lascia partire un tiro indirizzato al palo opposto, ma Cimmiagnelli rimedia deviando il pallone con la punta delle dita. Aspening supera la linea dei difensori e segna al 75° il 2-0. Al 77° dell'incontro la difesa ospite dovrebbe avere maggior cura di Tapia che si smarca presentandosi al cospetto del portiere insaccando facilmente. Su calcio di rigore, gli ospiti possono ridurre lo svantaggio al 81°: 3-1 con Versari. F.C. rischia di dilagare: Pablo Javier Hartman chiama palla in mezzo all'area e, ricevuto il pallone, colpisce di ginocchio. Palla sporca, ma val bene un altro goal: 4 - 1. F.C. effettua una sostituzione al minuto 83. L'allenatore preferisce togliere dal campo Christophe Heuze, leggermente claudicante, al suo posto subentra Guillem Muniello. Nella zona nevralgica del campo F.C. ha avuto la meglio, controllando il gioco per un buon 62% della frazione.

Fra i giocatori di F.C. spicca sicuramente l'operato di Pablo Javier Hartman. Chissà che il coach di F.C. non si sia pentito di aver schierato Ciro Meschini. Il sito internet dei fan di LaLastra ha eletto Alessandro Martella come migliore in campo. Baldo Speziali è stato proprio una delusione, sicuramente il peggiore del suo team. Arriva il fischio finale sul punteggio di 4 a 1. Le squadre si radunano a centrocampo e si stringono la mano, un gesto che fa bene al calcio.
Tutte le News
Quando gira tutto storto, non v'è verso per rimediare. 08/04/2013 3:35 pm 
23996 sono i coraggiosi che hanno raggiunto The Island sfidando il temporale, la terna arbitrale è formata da Gian Carlo Baggio, Tor Danielsson e Gennady Tumakov. Le tifoserie delle due squadre, attendevano con ansia il calcio d'inizio del derby di Torino, stanno disputando una gara canora nell'incitare i loro beniamini. Initiative scende con un 3-4-3: Lintuaho, Bielinski, Tyll, Roquete, Piontkowski, Santin, Vercetti, Valderrama, Niejaki, Andrico, Eizaguirre.
Gli ospiti schierano un 5-3-2: Boldrini, N'Doye, Negroni, Lugiewicz, Aspening, Heuze, Bagnacani, Forestier, Agayof, Quintana, Hartman.

Initiative passa in vantaggio al 9° con Niejaki che dopo aver controllato un passaggio filtrante ha concluso a rete con un potente tiro a mezz'altezza. Initiative allunga ancora, azione sull'arco sinistro del fronte offensivo e conclusione di prima da parte di Andrico. Il terreno fangoso rende difficile il controllo di palla. Notevole il lavoro di Santin nella fascia centrale del campo, al 39° può chiudere l'incontro, ma il suo tiro carico d'effetto si stampa sul palo. GOL! Niejaki converge dalla sinistra aggirando il diretto avversario e, presa in controtempo la retroguardia ospite, insacca agevolmente. Con tutta l'acqua che viene giù c'è poco da fare per le giocate rapide. Al 44° bella azione dalla fascia destra e cross teso sul quale si avventa Niejaki che con un tocco di esterno lo spizza sul secondo palo, il portiere tocca, ma non evita il 4-0, per lui è hattrick. La prima frazione si chiude con questo risultato e la ripresa si apre con alcuni cambi.
Ma sono i padroni di casa a fare la partita, Niejaki prova a saltare un difensore sulla fascia sinistra del campo, ma questi non si fa ingannare dalle finte bloccando così sul nascere l'azione. Rinvio del portiere, sponda di testa di un compagno, e fuga sulla destra per Valderrama, che una volta entrato in area, finta il cross e infila Boldrini sul primo palo. Quando si dice che piove sul bagnato qualche minuto dopo, Bielinski supera la linea dei difensori e insacca all'80° il gol del 6-0, fissando il risultato.
Fra i giocatori di Initiative spicca sicuramente l'operato di Mateusz Niejaki. Pessima gara per Akseli Lintuaho. Il giocatore più importante per F.C. è stato senza ombra di dubbio Pablo Javier Hartman. Lucjan Lugiewicz ha disputato una prova davvero deludente.
Tutte le News
 
Pages : 1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 11 12 13 14 15 16 17 18 19 20 21 22 23 24 25 26 27 28 29 30 31 32 33 34 35 36 37 38 39 40 41 42 43 44 45 46 47 48 49 50 51 52 53 54 55 56 57 58 59 60 61 62