Puoi aggiungere un testo qui (3) Puoi aggiungere un testo qui (4)  


  Home
  News



  Chi siamo
 Storia
 Squadra
 Stemmi Storici
  Kits
  Kits Storici
  Tifosi & Stadio
  Il mercato
  Gli Sponsor
  Albo d'Oro
  Record
  Bacheca Trofei
  Leggende
  Hall Of Fame



  Classifica
  Calendario
  Marcatori



  Libro degli ospiti
  Gemellaggi
  Vota il sito
La rivincita! 08/04/2013 3:22 pm 
15328 spettatori sono giunti al The Eagles Arena subissato da lampi e tuoni, la terna designata Henrik Pieron, Aleko Atzev e Kristoffer Sommervold. I padroni di casa, schierano un 3-4-3: Boldrini, Lugiewicz, Postel, Aspening, Heuze, Agayof, Forestier, Tavares, Quintana, Hartman, Tapia.
Greybears ha optato per un 4-4-2: Chongjing, Deisenhofen, Brodträger, Coers, Paffarini, Rossi, Ouertani, Encalada, Bérard, Bresseleers, Igelborn.

Hartman cerca di sfondare per vie centrali, ma la difesa ospite si dimostra sempre attenta. Heuze, incurante della pioggia, recupera palloni in ogni parte del campo e si fa trovare sempre pronto a raccogliere i suggerimenti offensivi dei compagni. Bellissimo il fraseggio tra le punte del Real nella zona centrale del campo. Tapia viene servito con un bel colpo di tacco al 30°, ma la conclusione finisce alta sopra la traversa. Calcio di punizione di seconda assegnato al Real, ottima combinazione su schema, palla filtrante per Agayof che, senza esitare, insacca alle spalle del portiere avversario: 1-0, al 33°. Il raddoppio arriva con una percussione centrale e gran tiro di controbalzo di Heuze, Chongjing è battuto, sul 2-0 si chiude la prima frazione di gioco.
Il Real riprende ad attaccare al centro, anche le sue azioni sulle fasce vengono deviate centralmente. Al 54° la difesa ospite dovrebbe avere maggior cura di Quintana che si smarca presentandosi al cospetto del portiere insaccando facilmente: 3-0. Ancora il Real al 56° ha una chiara opportunità per chiudere l'incontro con Lugiewicz, che si libera molto bene sulla fascia destra, ma conclude malamente sparando in curva. Al 70°, Campellone cerca gloria tirando a rete da pochi metri fuori dell'area di rigore, ma Chongjing non si fa sorprendere e risponde con una spettacolare parata in tuffo. Questa volta è la traversa a dire no a Tapia che aveva concluso con una cannonata il buon fraseggio dei compagni. Nulla più da raccontare, un secco 3-0 chiude la gara di ritorno.
Fra i giocatori di F.C. spicca sicuramente l'operato di Pablo Javier Hartman. Lucjan Lugiewicz è stato proprio una delusione, sicuramente il peggiore del suo team. Guy Bresseleers è stato autore di giocate memorabili, senza dubbio il migliore in campo nelle file di Greybears. ? (Luo) ?? (Chongjing) non ha offerto una prestazione degna delle sue migliori giornate.
Tutte le News
Quando la sconfitta non te l'aspetti. 08/04/2013 3:08 pm 
Giornata afosa a La Foresta, dove 12565 spettatori sono giunti per sostenere i propri beniamini. La terna arbitrale è costituita da Janik Kranz, Jesse Sleenhoff e Aalt Gaalman. I padroni di casa schierano un 4-4-2: Chongjing, Deisenhofen, Brodträger, Coers, Paffarini, Rossi, Ouertani, Encalada, Bérard, Bresseleers, Igelborn.
Gli ospiti un 3-4-3: Boldrini, Calamari, Postel, Aspening, Heuze, Bagnacani, Forestier, Tavares, Quintana, Hartman, Tapia.

Su punizione da difficile posizione, Greybears prova uno schema, la palla viene calciata in area, davanti al portiere, ma la difesa è posizionata e allontana. Rossi ha provato a bruciare in velocità il suo marcatore dopo 40 minuti, ma bisogna essere molto più rapidi di così per poter superare Aspening. Forestier avrebbe potuto portare il Real in vantaggio al 41°, grazie ad un bel lancio in profondità dalla destra, ma Chongjing è stato più lesto di lui in uscita. La difesa di Greybears sta facendo davvero un ottimo lavoro, riuscendo in più occasioni a rilanciare rapidamente gli attaccanti. Un minuto dopo, infatti, Bérard, arpiona il pallone sulla tre quarti ma non inquadra lo specchio della porta. 42° Rossi si invola sulla fascia ed effettua uno strepitoso cross sul palo lungo, ma Bérard arriva scoordinato sul pallone e svirgola a lato. Al 43° i padroni di casa falliscono una ghiotta occasione, Deisenhofen colpisce al volo un pallone proveniente dalla destra ma sfiora il montante opposto. Si conclude così il primo tempo sul punteggio di 0 a 0, le due squadre vanno negli spogliatoi a prendere un the caldo.
Consueti cambi ad avvio ripresa, ma cambia poco la partita. Aspening non riesce neanche questa volta ad agganciare il passaggio del compagno. Greybears ha l'occasione per passare in vantaggio al 57°, ma un bel cross dalla destra che pesca Igelborn tutto solo davanti al portiere, viene sciupato finendo sul palo. Non è proprio giornata per Postel, il suo gioco generoso e agonistico è vanificato dalla temperatura tropicale. Al 68° in molti hanno pensato al rigore quando Deisenhofen, entrato in area è stato atterrato da Boldrini, non per l'arbitro. Ormai quasi allo scadere giunge il gol su calcio piazzato, magistrale conclusione di Brodträger va annoverata fra i capolavori balistici di questa stagione, 1-0 e fine della partita.
Fra i migliori per i padroni di casa spicca Guy Bresseleers e tra i flop Luo Chongjing, mentre per gli ospiti Pablo Javier Hartman e tra i flop Lucas Manuel Boldrini.
Tutte le News
Una nuova delusione contro Initiative: 0-2 08/04/2013 2:51 pm 
Non si può chiedere di più al cielo che sovrasta The Eagles Arena, sono 19147 gli spettatori presenti. Joan Miquel Fenés è l'arbitro con Trond Jensen e Jochen Kordt gli assistenti. L'eccitazione dilaga in vista del derby, la tifoseria è equamente suddivisa tra le due squadre. I padroni di casa schierano un 3-4-3: Boldrini, Calamari, Postel, Aspening, Heuze, Bagnacani, Forestier, Tavares, Quintana, Hartman, Tapia.
Gli ospiti rispondono con un 3-4-3: Lintuaho, Bielinski, Roquete, Vartiainen, Piontkowski, Santin, Vercetti, Valderrama, Niejaki, Andrico, Eizaguirre.

Eizaguirre prova la botta da fuori al 28°, dopo una bella azione sulla sinistra, ma la palla finisce sul fondo. Heuze sfiora il vantaggio per i padroni di casa al 32°: si era presentato al tiro dopo uno scatto a tagliare centralmente la difesa avversaria, la palla però è finita di poco a lato. Ospiti in vantaggio al 41°, con la sovrapposizione centrale di Santin e controllo al volo e conclusione di collo pieno che si insacca nel sette: 0-1. Poche le emozioni per questi primi 45 minuti, la ripresa si apre con i consueti cambi. Eizaguirre è andato vicino al gol, ma completamente solo davanti a Boldrini, ha tentato un pallonetto colpendo in pieno la traversa. Le speranze di rimonta dei padroni di casa stanno velocemente scemando: al 64° registriamo una nuova rete per Initiative. Stavolta è Andrico ad affondare Boldrini con un'azione dalla sinistra. Al 66° l'arbitro è costretto a far ripetere un calcio di punizione in seguito al mancato rispetto della distanza da parte di Andrico, che viene ammonito. Che classe! Intuizione geniale di un giocatore della squadra ospite, che al 68° pesca Eizaguirre solo al centro dell'area. Il tiro però è da dimenticare e finisce alto sulla traversa al 72°. Il guardalinee sbandiera un fuorigioco a Roquete che, stizzito, calcia via il pallone mandandolo lontano, ammonito. Il risultato non cambia e la partita si conclude con un netto 0-2.

Fra i giocatori di F.C. spicca sicuramente l'operato di Pablo Javier Hartman. Lucas Manuel Boldrini ha disputato una prova davvero deludente. Mateusz Niejaki è stato autore di giocate memorabili, senza dubbio il migliore in campo nelle file di Initiative. Tero Vartiainen non ha offerto una prestazione degna delle sue migliori giornate. Arriva il fischio finale sul punteggio di 0 a 2. Le squadre si radunano a centrocampo e si stringono la mano, un gesto che fa bene al calcio.
Tutte le News
Torna il sorriso i tifosi del Real: LaLastra 2 - 3 F.C. 06/04/2013 9:55 pm 
Sono gli impermeabili dei 13473 spettatori a farla da padrone sugli spalti di un La Guardiana subissato da lampi e tuoni. La terna è composta da Mauro Launz, Geronimo España e Jesper Wilmar. I padroni di casa schierano un 4-4-2: Cimmiagnelli, Conceição, Mínguez, 彥材 (Yancai), Königsdorf, Versari, Totorika, Neuhuys, Berntorp, Martella, Serpa.
Gli ospiti rispondono con un 3-4-3: Boldrini - Calamari, Postel, Aspening - Heuze, Bagnacani, Rivas, Tavares - Quintana, Hartman, Tapia.

Per poco LaLastra non passa in vantaggio al 28° con Königsdorf che riesce a superare la difesa da sinistra, ma perde la lucidità per una conclusione precisa. Al 33° una sovrapposizione sulla destra di Neuhuys trova impreparata l'imbambolata difesa ospite: 1-0! Gli ospiti continuano a crederci e al 35° riescono a portare al tiro Heuze sulla lunetta dell'area di rigore, ma tira alto. I primi 45 minuti hanno visto prevalere il Real con il possesso palla ma è Lalastra a condurre.

Il Real getta alle ortiche una preziosa occasione, Cimmiagnelli svirgola il rinvio dal fondo e serve involontariamente Rivas che tutto solo vicino all'area di rigore calcia a rete da posizione favorevolissima, ma scivolando manda a lato. Il Real raggiunge il pareggio al 77°, Rivas si incunea fra le maglie della difesa centrale di casa e segna. Corner con cross teso per Tapia che tenta la deviazione al volo, ma svirgola, per fortuna Heuze corregge la traiettoria: 1 - 2. Materiale per moviole all'87, dopo una mischia in area, l'attenzione dell'arbitro viene attirata dallo sbandierare del suo assistente più vicino all'azione, rigore Versari si presenta sul dischetto. Pareggio! Altro errore di Cimmiagnelli che all'88°, ritarda così tanto l'uscita e permette a Noriega di anticiparlo con il piedino e far carambolare il pallone in rete. Sembrava una palla gettata via, e invece è il gol del 2 a 3. Il possesso di F.C. è stato superiore a quello avversario, con un discreto 51%.

Roberto Cimmiagnelli è stato autore di giocate memorabili, senza dubbio il migliore in campo nelle file di LaLastra. 蘇 (Su) 彥材 (Yancai) non ha offerto una prestazione degna delle sue migliori giornate. Tra i migliori per F.C. bisogna senz'altro menzionare Pablo Javier Hartman, una prestazione eccezionale la sua. Chissà che il coach di F.C. non si sia pentito di aver schierato Guilherme Tavares. Arriva il fischio finale sul punteggio di 2 a 3. Le squadre si radunano a centrocampo e si stringono la mano, un gesto che fa bene al calcio.
Tutte le News
Non c'è gloria per il Real: 2 - 6 per la Lazio. 06/04/2013 9:36 pm 
Sono giunti al The Eagles Arena 18672 sostenitori, la terna arbitrale è costituita da Jukka Pöllänen, Sander Holsappel e Özcan Uslu. I padroni di casa schierano un 3-4-3: Boldrini,Calamari,Postel,Aspening,Heuze,Bagnacani,Forestier,Muniello,Quintana,Hartman, Tapia. Gli ospiti rispondono con un 3-5-2: Strauß,Zličić,Foretic,Hornsby,Esartia,Katz,Boldrini,Tauernitz,Basıra,Kuzawiński,Espada.

Il pubblico di casa si ammutolisce al 4°, quando Basıra porta la Lazio sullo 0-1, con un affondo sulla destra. Una bella azione manovrata sulla sinistra si concretizza nel gol del raddoppio, con Espada. Le speranze di rimonta dei padroni si annichiliscono al 37° ancora Espada che affonda Boldrini con un'azione dalla sinistra. È il 39° quando Bagnacani sorprende gli avversari con un lancio di oltre 40 metri per Tapia che senza difficoltà sigla l'1-3. Tapia prova ad accorciare le distanze, ma, dopo tutto il suo duro lavoro sulla fascia destra, non riesce a concludere. Ancora uno scatenato Tapia, smarcato sull'arco destro del fronte offensivo, riceve un invitante pallone e converge verso il centro, dopo aver messo a sedere Strauß con una finta, deposita la sfera in rete per il 2-3. Si conclude così il primo tempo sul parziale di 2 a 3. Nonostante l'intera squadra stia faticando a trovare il giusto ritmo, Daniel Tapia è stato additato quale causa dei problemi del non gioco, al suo posto Joel Siilasvuo. Basıra riesce a controllare un passaggio filtrante all'interno dell'area avversaria e con un giochetto di gambe sigla il 2-4. Dopo questo gol dalle tribune partono sonori, impietosi fischi. Aspening non riesce neanche questa volta ad agganciare il passaggio del compagno: il caldo gioca brutti scherzi. Postel fa tutto il possibile per ridurre lo svantaggio, ma il portiere avversario non concede nulla oggi e blocca in due tempi. Con questo gol, Basıra sembra chiudere la partita. La sua discesa sulla destra, conclusasi con un bel tiro sotto la traversa, fissa il risultato sul 2-5 mettendo così a tacere i fin qui indomiti tifosi locali e per lui: hattrick! S. Boldrini aumenta il vantaggio degli ospiti con un bel tiro al volo su un cross dalla destra: 2-6. Nick Tauernitz avrebbe potuto segnarne un altro per gli ospiti se solo il suo calcio di punizione fosse finito un poco più in basso, il risultato non cambia. Fra i migliori per il Real spicca Pablo Javier Hartman e tra i flop Lucas Manuel Boldrini, per gli ospiti il migliore è stato Nick Tauernitz e tra i flop Hanno Strauß.
Tutte le News
 
Pages : 1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 11 12 13 14 15 16 17 18 19 20 21 22 23 24 25 26 27 28 29 30 31 32 33 34 35 36 37 38 39 40 41 42 43 44 45 46 47 48 49 50 51 52 53 54 55 56 57 58 59 60 61 62