Puoi aggiungere un testo qui (3) Puoi aggiungere un testo qui (4)  


  Home
  News



  Chi siamo
 Storia
 Squadra
 Stemmi Storici
  Kits
  Kits Storici
  Tifosi & Stadio
  Il mercato
  Gli Sponsor
  Albo d'Oro
  Record
  Bacheca Trofei
  Leggende
  Hall Of Fame



  Classifica
  Calendario
  Marcatori



  Libro degli ospiti
  Gemellaggi
  Vota il sito
La gioia o le fatiche di coppa per il Real son finite. 26/12/2014 6:24 pm 
Sono 2952 i tifosi giunti al The Eagles Arena, la terna è composta da Jean-Noël Van Doorslaar,Alec Mühlhaus e Kalasanty Sałek. Il Real schiera un 4-4-2:Boldrini,Cruz Souza,Bonavita,Sorte,Ługiewicz,Rooney,Majidi,Deregibus,Athinis,Quintana,Muskała. Gli ospiti un 2-5-3:Galtarossa,Petitto,Bisceglia,Iannantuoni,Zucchetti,Onesto,Tomea,Grison,Sandoli,Dall'Acqua,Quintarelli.

Scappati si rende pericoloso al 13° con Iannantuoni che irrompe sulla destra, ma si allunga il pallone e Boldrini, in uscita lo anticipa. Majidi si trova perfettamente a suo agio sul terreno in ottime condizioni. Zucchetti scuote la testa e si avvicina a bordo campo tenendosi la parte posteriore della coscia con la mano sinistra, sostituito da Mazzotta, al 21°. Al 26° il Real si porta in vantaggio, pessimo movimento difensivo, Muskała si trova davanti un'autostrada con un destro a giro sigla l'1-0. Al 37° Sandoli si scontra violentemente con un avversario nel tentativo di recuperare una palla persa, ma stringe i denti. Il primo tempo si chiude sul risultato di 1-0, la ripresa si apre con i consueti cambi. Ci stava il rosso per Deregibus graziato dall'arbitro, dopo un'entrataccia a piedi uniti sulle caviglie di Onesto, solo giallo per lui al 59°. Pareggio di Scappati grazie ad un'improvvisa percussione centrale di Sandoli al 68°. Al 69° Onesto tenta una rabona spettacolare lisciando clamorosamente la palla, ma la sua mossa manda completamente fuori tempo il terzino destro avversario e gli spalanca la porta per il piattone vincente, 1-2! La partita non regala altre emozioni e il Real finisce fuori dalla competizione.

Per F.C. si è messo in luce soprattutto Jamshid Majidi: una prestazione molto convincente la sua. Inspiegabile la gara di Giovanni Deregibus: un vero fantasma oggi in campo. E non abbiamo dubbi a eleggere il migliore in campo fra i giocatori di Scappati: splendida partita per Sergio Iannantuoni. Carlo Galtarossa ci è parso in pessima forma. I tifosi non hanno certo gradito la prestazione scandalosa fornita oggi. La partita è terminata 1 - 2. Le due squadre si radunano a centrocampo per scambiarsi una stretta di mano. Entrambe le tifoserie applaudono la sportività dimostrata.
Tutte le News
Finalmente giunge la gioia in campionato, sarà un fuoco di paglia? 26/12/2014 6:13 pm 
Al The Eagles Arena sono giunti 16470 e la terna è composta da Vicente Barreto,Elio van Gerwe e Magnus Åkerblom. Il Real schiera un 3-4-3:Henriod,Aspening,Postel,Avdikos,Heuze,Forestier,Majidi,Urdă,Rogersson,Bolão,Tranell. Gli ospiti un 3-5-2:Torretta,van Zwol,Márquez,Signorini,Fischnaller,Gheza,Tønnessen,Beninato,Turella,Murvai,Khayyatbashi.

Calcio di punizione di seconda per il Real, ottima combinazione con palla filtrante per Aspening che, senza esitare, insacca alle spalle del portiere avversario, 1-0 al 12°. Al 17° calcio di punizione dal limite battuto da Tranell che serve Rogersson sorpreso dalla punizione, ma riesce a deviare per farlo passare tra le gambe di due difensori e fuori dalla portata di un incredulo Torretta, 2-0! Majidi tenta di negare di aver trattenuto l'avversario, giallo. Al 32° ancora il Real Heuze ha messo in mostra ancora una volta la specialità della casa, fuga sulla linea laterale e cross al bacio per Rogersson, che si coordina e con un sinistro a mezza altezza segna il 3-0. I padroni di casa sfiorano un altro gol al 33° con Bolão, liberatosi sulla destra, lascia partire un tiro indirizzato al palo opposto, ma Torretta devia con la punta delle dita. Si va al riposo sul risultato di 3 a 0. La ripresa si apre con il Real in avanti. I giochetti idioti di Márquez potevano costare caro, ma il tiro di Heuze trova solo il palo. Al 59° Rogersson ha una chiara opportunità per chiudere l'incontro, si libera molto bene di Signorini, ma conclude malamente sparando in curva. Le cose si mettono male per gli ospiti, Bolão supera la linea dei difensori e incrementa il vantaggio al 71°. Boato sugli spalti, Heuze va vicino al gol, ma dopo essersi smarcato bene sulla destra, il suo colpo di testa viene deviato in corner da Torretta. Henriod si esibisce in una parata spettacolare al 79°, bloccando in presa plastica una bomba di Turella. Non ha gloria il calcio di punizione battuto da Tranell all'82°, la difesa a fatica spazza via.

Un Nikos Avdikos a tratti esaltante ha deliziato i tifosi di F.C.. Non abbiamo difficoltà a eleggerlo uomo-partita. Ola Aspening ci è parso in pessima forma. I tifosi non hanno certo gradito la prestazione scandalosa fornita oggi. Villavecchia ai raggi x: il miglior giocatore è stato senza dubbio Soheil Khayyatbashi. Bruno Signorini evanescente. S'è visto poco e male. Prestazione da dimenticare. La partita si chiude sul punteggio di 4-0.
Tutte le News
Nonostante la stanchezza il Real onora la coppa, ancora avanti contro i Galacticos 26/12/2014 5:57 pm 
Al The Eagles Arena sono giunti 2227 tifosi, la terna è composta da Jean-Luis Zettel,Jozef Červinka e Joseph Giger. Il Real schiera un 4-4-2:Boldrini,Cruz Souza,Calamari,Sorte,Ługiewicz,Rooney,Majidi,Bonavita,Athinis,Quintana,Muskała. Gli ospiti un 3-5-2:Bouyer,Cristino,Rişcuţa,Milmantas,Grogger,Ceresna,Romann,Mega,Stoyanov,Nagatsuka,Kaznov.

Il Real ha una ghiotta occasione al 4° su un bel cross di Rooney per Muskała che tutto solo davanti a Bouyer calcia sul palo. Al 12° Majidi si scontra violentemente con Grogger nel tentativo di recuperare una palla persa, ma ce la fa a continuare. Al 24° boato assordante, sovrapposizione sulla destra di Muskała e tap-in vincente per l'1-0. Su questo parziale si chiude il tempo. la ripresa si apre con i consueti cambi. Athinis scarica un bolide che finisce di poco alto. Gol sbagliato, gol segnato. Ceresna pareggia al 75° su una splendida azione centrale. Un minuto dopo è a bordo campo per le cure, e viene sostituito da Tellholt. Strano calcio di punizione battuto dal Real al 79°. Pallonetto da fuori area che sembra innocuo per Muskała, che al volo insacca e ringrazia il compagno, 2-1! Ancora un gol per il Real al 80°, Rooney si invola sulla destra e con un rasoterra sigla il 3-1! Al 87° c'è un'ammonizione per Sorte, che ha tirato per la maglia un avversario fino a farlo cadere a terra. Calamari viene sostituito all'88° per una brutta distorsione alla caviglia, al suo posto entra Postel. All'88°, Galacticos93 si porta avanti sulla fascia destra, ma il controllo di palla da parte di Rişcuţa è imperfetto e il passaggio si spegne sul fondo.

E non abbiamo dubbi a eleggere il migliore in campo fra i giocatori di F.C.: splendida partita per Johann Postel. Dario Pereira Figueira evanescente. S'è visto poco e male. Prestazione da dimenticare. Un Mario Mega a tratti esaltante ha deliziato i tifosi di Galacticos93. Non abbiamo difficoltà a eleggerlo uomo-partita. Inspiegabile la gara di David Cristino: un vero fantasma oggi in campo. La partita si chiude sul punteggio di 3 a 1. Malgrado l'agonismo mostrato in campo, i giocatori delle due squadre si radunano a centrocampo per il consueto cerimoniale di fairplay.
Tutte le News
La coppa stanca e deconcentra il Real, ancora nessuna vittoria in campionato. 26/12/2014 5:42 pm 
Al Juve Chioggia Arena sono presenti 14431 tifosi, la terna è composta da Raimundo Macés,Márton Bor e Raúl Insaurraga. Chioggia schiera un 3-5-2:Varela,Bellico,Brembati,Gullo,Toccoli,Kieper,Sacchini,Bedarida,Strambini,Pigni,Martin. Il Real un 3-4-3:Henriod,Aspening,Postel,Avdikos,Heuze,Forestier,Majidi,Urdă,Rogersson,Bolão,Tranell.

È ovvio che Chioggia ha intenzione di attaccare sulle fasce. Chioggia si rende pericoloso al 25° minuto con un'accelerazione lungo la fascia sinistra da parte di Gullo, la difesa ospite fatica non poco a spazzare via il pallone. Per sprecare così malamente una punizione al limite dell'area ce ne vuole! Brembati tira: il pallone va su ad altezze siderali sopra la traversa. Si va al riposo sul risultato di 0 a 0. Ecco i dati relativi al possesso palla: Chioggia avanti con un 62%.

Chioggia ha una ghiotta occasione per passare in vantaggio al 62° minuto, quando un bel cross dalla destra pesca Pigni tutto solo davanti al portiere. Il giocatore però non riesce a coordinarsi e la palla si stampa sul palo. 1 a 0! La rete del vantaggio per i padroni di casa è arrivata al 67°: il traversone dalla sinistra di Pigni ha assunto una parabola stranissima che ha scavalcato il portiere infilandosi sul palo più lontano. Il labiale del marcatore è eloquente: "volevo crossare!". Minuto 69, aumenta il vantaggio per Chioggia. Sul tabellino dei marcatori ci va Brembati: bravissimo a tagliare in area dalla destra, ha ricevuto il pallone al limite dell'area piccola e l'ha fatto passare sotto il corpo del portiere avversario. Chioggia si porta sul 2 a 0. Rogersson prova a riportare in gioco la sua squadra al 77° con una azione solitaria sulla destra ma Varela risponde alla grande parando il tiro con una mano sola. Che istinto! 61% di possesso palla per Chioggia, squadra che ha fatto girare meglio il pallone in mezzo al campo.

Uomo partita fra le fila di Chioggia è sicuramente Enrico Bellico. È stata invece pessima la prestazione di Girolamo Martin. Speriamo tutti, ovviamente, che si tratti di una caduta isolata e che presto il giocatore possa riprendersi da questo periodo di scarsa forma. Per F.C. si è messo in luce soprattutto Luc Forestier: una prestazione molto convincente la sua. Ola Aspening evanescente. S'è visto poco e male. Prestazione da dimenticare. La partita si chiude sul punteggio di 2 a 0. Malgrado l'agonismo mostrato in campo, i giocatori delle due squadre si radunano a centrocampo per il consueto cerimoniale di fairplay.
Tutte le News
Il Real cerca la consolazione in Coppa del Nonno. 26/12/2014 5:37 pm 
1956 sono i tifosi che sfidano la pioggia al The Eagles Arena, la terna arbitrale è composta da Nemesi González,Marcus Nelson e Santo Salvadore. Il Real schiera un 4-4-2:Boldrini,Cruz Souza,Calamari,Sorte,Ługiewicz,Rooney,Majidi,Bonavita,Athinis,Quintana,Muskała. Gli ospiti un 2-5-3:Moreno Ruiz,Di Puccio,Cadena,Stojanović,Oro,Gomes,Fejles,Guy,Alfier,Khamis,Donnarumma.

Il Real parte forte! Sembra che stavolta per la prima volta in stagione, voglia fare la partita al 3° si porta in vantaggio con Muskała, abile a liberarsi a centro area e a spedire in rete con un destro pregevole da dieci metri. Cadena non si trova per niente su un campo così pesante. Gli ospiti ottengono una punizione da difficile posizione, schema con palla calciata in area, davanti a Boldrini, ma la difesa è piazzata e palla spazzata via. Rigore per gli ospiti al 19°, ma Donnarumma calcia sul palo. Ługiewicz non sembra affatto infreddolito dalla pioggia incessante, mentre si registra l'errore di Ruiz. Tiro-cross di Majidi che scavalca il portiere piazzato male, 2-0 al 27°. Al 30° giallo per Cadena che sembrava aver preso il pallone. Il parziale è di 2-0 all'intervallo, la ripresa si apre con i consueti cambi. Al 71° Sorte invece di servire un compagno smarcato, tenta la soluzione personale con un tiro debole e centrale. Donnarumma cerca di farsi perdonare e accorcia, addomesticando un pallone difficile e spara un lampo sotto l'incrocio, 3-1. Durano poco le speranze per gli ospiti. Figueira aprofitta di un errore di Di Puccio, che ha cercato di servire Oro per vie orizzontali sulla trequarti, ma il tiro debole è intercettato dall'attaccante. Il quale si invola dribblando Ruiz e siglando il 4-1. Giallo per Fejles, protagonista di un brutto intervento da dietro all'85°.

Un Paride Calamari a tratti esaltante ha deliziato i tifosi di F.C.. Non abbiamo difficoltà a eleggerlo uomo-partita. Zygfryd Muskała ci è parso in pessima forma. I tifosi non hanno certo gradito la prestazione scandalosa fornita oggi. ALBINOLOFFA ai raggi x: il miglior giocatore è stato senza dubbio Agostino Fejles. È stata invece pessima la prestazione di Sauro Di Puccio. Speriamo tutti, ovviamente, che si tratti di una caduta isolata e che presto il giocatore possa riprendersi da questo periodo di scarsa forma. Arriva il fischio finale sul punteggio di 4 a 1. Le squadre si radunano a centrocampo e si stringono la mano, un gesto che fa bene al calcio.
Tutte le News
 
Pages : 1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 11 12 13 14 15 16 17 18 19 20 21 22 23 24 25 26 27 28 29 30 31 32 33 34 35 36 37 38 39 40 41 42 43 44 45 46 47 48 49 50 51 52 53 54 55 56 57 58 59 60 61 62