Puoi aggiungere un testo qui (3) Puoi aggiungere un testo qui (4)  


  Home
  News



  Chi siamo
 Storia
 Squadra
 Stemmi Storici
  Kits
  Kits Storici
  Tifosi & Stadio
  Il mercato
  Gli Sponsor
  Albo d'Oro
  Record
  Bacheca Trofei
  Leggende
  Hall Of Fame



  Classifica
  Calendario
  Marcatori



  Libro degli ospiti
  Gemellaggi
  Vota il sito
Un gol che fa sperare e poi la disfatta... 01/09/2014 2:22 pm 
Al The Eagles Arena sono presenti 1944 tifosi, la terna è composta da Pontus Adolfsson,Rafael Ortuño e Juan Facundo Cazenave. I padroni di casa schierano un 4-4-2:Boldrini,Cruz Souza,Calamari,Negroni,Ługiewicz,Rooney,Majidi,Tranell,Athinis,Quintana,Rogersson. Gli ospiti un 3-4-3:Tamponi,Antoner,Diamant,Tököli,Baciu,Weiner,Klockare,Beringe,Džambo,Milde,Mingo López.

È perfetto il passaggio che smarca Milde sull'angolo destro dell'area di rigore, la posizione non lo è, e il tiro al volo è alto. Il direttore di gara concede un discutibilissimo tiro dagli undici metri per il Real Quintana non sbaglia. Al 32° Athinis si libera molto bene del proprio avversario sulla fascia destra, ma conclude malamente sparando in curva. Il Real spreca un'altra opportunità al 34° con Calamari che, invece di servire un compagno smarcato, tenta la soluzione personale con un tiro debole e centrale. Cruz Souza riceve carica il tiro e lascia partire un'indegna ciabattata. Ługiewicz si fa imbambolare dalla rapida triangolazione sulla destra che libera Klockare per il gol del pari! Si va al riposo sul risultato di 1 a 1. Passa subito in vantaggio Tubermatt al 49° con Džambo, bravo a finalizzare un'azione sviluppatasi sulla sinistra. Marino Sorte soffre l'emozione delle prime partite importanti e il portiere è costretto a deviare in angolo il suo lunghissimo retropassaggio per evitare l'autogol. Al 79° Milde ha quasi segnato ancora per gli ospiti, tirando una cannonata appena dentro l'area che però ha solo scheggiato la traversa. Milde intuisce che i difensori cercheranno di metterlo in fuorigioco, anticipa così il loro movimento arretrando verso il portatore, riceve palla, la stoppa, si gira, fa un passo e con lo specchio della porta spalancato fa partire un bolide che gonfia la rete, 1-3, ponendo fine all'incontro.
Tra i top dei padroni di casa spicca Paride Calamari e tra i flop Marino Sorte, mentre per gli Miroljub Džambo e tra i flop Adriano Tamponi.
Tutte le News
Altra vittoria in campionato.. 01/09/2014 2:08 pm 
Alll'F.C. Stonesad Colosseum sono presenti 26102 tifosi, la terna arbitrale è composta da:Shahriar Saad El-Tal,Alfredo Marco Bocchi e Jordi Heiligers. I padroni di casa schierano un 3-5-2:Börjesson,Vallarano,Hafermalz,Oliveira,Fjelman,Longuet,Annala,Moya,Cieśla,Boixaderas,Angeli. Gli ospiti rispondo con un 3-4-3:Henriod,Aspening,Postel,Avdikos,Heuze,Forestier,Rivière,Urdă,Tranell,Bolão,Rogersson.

Subito gli stonesad hanno una ghiotta occasione per passare in vantaggio al 4°, bel cross dalla destra per Vallarano che però non riesce a coordinarsi e la palla si stampa sul palo. Fjelman sfiora il vantaggio al 10° taglia centralmente la difesa avversaria, ma la palla finisce di poco a lato. Il missile dalla lunghissima distanza di Fjelman si stampa sull'incrocio dei pali, ma che bomba, ragazzi! Al 15° Bolão arpiona il pallone sulla tre quarti ma non inquadra lo specchio della porta. Gli avversari dovrebbero ormai conoscere le doti di velocità di Rogersson, ma solo il portiere gli nega la gioia del gol con un bellissimo tuffo. Il primo tempo si chiude con il risultato di 0-0, la ripresa si apre con un calcio piazzato per il real saltano in 3 a liberare la marcatura per Bolão che tutto solo di piattone sigla lo 0-1. Ma i padroni di casa pareggiano subito con Vallarano che infila Henriod dopo un'azione tambureggiante sulla destra, al 64°. Il Real non si spegne e sigla il gol del vantaggio al 69° con Tranell, bravo a finalizzare un'azione sviluppatasi sulla sinistra. Al 70° è 1-3 dopo un'azione dalla destra che sfrutta uno svarione difensivo con Bolão. Stonesad può ridurre le distanze con Boixaderas, ma il suo tiro finisce tra le braccia del portiere! Al 78° Moya ha sparato alto da pochi passi. Non vi sono altre emozioni e la partita si chiude sul definitivo 1-3.

Un Jaime Boixaderas a tratti esaltante ha deliziato i tifosi di stonesad. Non abbiamo difficoltà a eleggerlo uomo-partita. Ernesto Vallarano avrà gli incubi stanotte. Ha giocato un calcio davvero opaco. Uomo partita fra le fila di F.C. è sicuramente Manuel Rivière. Christophe Heuze ci è parso in pessima forma. I tifosi non hanno certo gradito la prestazione scandalosa fornita oggi. La partita è terminata 1 - 3. Le due squadre si radunano a centrocampo per scambiarsi una stretta di mano. Entrambe le tifoserie applaudono la sportività dimostrata.
Tutte le News
Vittoria in coppa, ma per abbandono tecnico... 01/09/2014 1:40 pm 
Niente gloria, partita vinta a tavolino.
1553 paganti sugli spalti del The Eagles Arena. E speriamo davvero che non piova, visto che queste nubi non promettono niente di buono. Knud Kläsener è l'arbitro designato con Trygve Stokstad e Gianfrancesco Polsi come assistenti. La tattica di F.C. è chiaramente un 4-4-2. In campo dal primo minuto: Boldrini - Cruz Souza, Calamari, Negroni, Ługiewicz - Rooney, Majidi, Tranell, Athinis - Quintana, Bolão.

I giocatori di Alexite si sono schierati in campo con un rigido 0-0-0. Udiamo in questo momento lo speaker pronunciare la formazione: - - -.

Lo speaker annuncia la vittoria a tavolino per la squadra di casa, visto che gli ospiti non sono riusciti a schierare nove giocatori. Impietosi gli sberleffi e le pernacchie che partono dal settore dei tifosi di casa. La partita si chiude sul punteggio di 5 a 0. Malgrado l'agonismo mostrato in campo, i giocatori delle due squadre si radunano a centrocampo per il consueto cerimoniale di fairplay.
Tutte le News
Arriva la prima vittoria in campionato. 01/09/2014 1:37 pm 
Sono 17419 i tifosi sugli spalti al The Eagles Arena e la terna è composta da Mikael Ljungman,Leonardo Polignino e Lino Gandara. I padroni di casa schierano un 3-4-3:Henriod,Cruz Souza,Aspening,Avdikos,Heuze,Forestier,Rivière,Urdă,Tranell,Bolão,Rogersson. Gli ospiti rispondono con un 4-4-2:Kamecki,Junpeng,Chiaverotti,Poludnev,Knuuti,Pironti,Pârvan,Nieminen,Carrano,Ivanov,Cornejo.

Tranell porta in vantaggio i padroni di casa, dribbling strettissimo che calcia poi con il sinistro un preciso rasoterra sul palo lontano, 1-0. Ivanov riagguanta il risultato al 34° su una splendida azione centrale. Al 38° però è ancora Real, pessimo movimento difensivo sulla destra, Rogersson si trova davanti un'autostrada e la mette dentro, 2-1. Heuze fa il terzo cross di Urdă e a pochi passi dal portiere non sbaglia, tiro al volo e poi a correre ad abbracciare il "signore della fascia". Al 41° ottima la sovrapposizione sulla sinistra e ottimo anche il cross che ha liberato Heuze, che si coordina perfettamente e colpisce a botta sicura, Kamecki non può far altro che guardare la perfetta esecuzione, ma fortunatamente per lui la palla tocca la traversa. Indecisione della difesa di casa e Luis Cornejo ne approfitta lasciando partire un bel diagonale, ma Henriod permette ai padroni di casa di mantenere le distanze. Al Duplice fischio del direttore di gara le squadre val riposo sul 3-1. La ripresa si apre con i padroni di casa all'attacco Urdă chiama palla in mezzo all'area ma colpisce di ginocchio, non bello ma gol, 4-1. La squadra di casa avrebbe potuto probabilmente aumentare il suo vantaggio al 70° con Rivière solo in area di rigore calcia sul portiere. La partita si conclude sul definitivo 4-1.
F.C. ai raggi x: il miglior giocatore è stato senza dubbio Manuel Rivière. È stata invece pessima la prestazione di Christophe Heuze. Speriamo tutti, ovviamente, che si tratti di una caduta isolata e che presto il giocatore possa riprendersi da questo periodo di scarsa forma. E non abbiamo dubbi a eleggere il migliore in campo fra i giocatori di FCSB: splendida partita per Georgi Ivanov. Massimiliano Pironti avrà gli incubi stanotte. Ha giocato un calcio davvero opaco. La partita è terminata 4 - 1. Le due squadre si radunano a centrocampo per scambiarsi una stretta di mano. Entrambe le tifoserie applaudono la sportività dimostrata.
Tutte le News
Esordio in Coppa Mediterraneo senza fortuna, terza partita terza sconfitta. 01/09/2014 1:10 pm 
Sono 1776 sugli spalti del The Eagles Arena, la terna arbitrale è composta da Torsten Miarka,Berry Potgieter e Carlo Giaccardi. I padroni di casa schierano un 4-4-2:Boldrini, Cruz Souza,Calamari,Negroni,Ługiewicz,Rooney,Majidi,Tranell,Athinis,Quintana,Rogersson.
Gli ospiti rispondono con un 3-5-2:Gimple,Bevilacqua,Gilardoni,Poirters,Crispim,Gargano,Bernardelli,Todaro,San Martín,Porzio,Liardo.

La partita è ormai costellata di scontri fisici e giocate maschie, Rooney fornisce una grande prestazione, tutta cuore e orgoglio. Grande intervento di Boldrini che ha respinto in bello stile la botta scagliata del centro dell'area da Crispim, al 34°. Il calcio di punizione di Gargano s'infrange sulla traversa al 36°. Al 42° Crispim si fa largo tra i difensori e da posizione centrale lascia partire un micidiale rasoterra per lo 0-1 e su questo risultato si va al riposo.
Aumenta il vantaggio degli ospiti al 50° con un colpo di genio di Todaro che, trovatosi spalle alla porta sulla destra, non ha avuto altra opzione se non quella di correggere di tacco il rapido passaggio del suo compagno! Un gol bellissimo! Al 64° Liardo riesce infatti a tirare da posizione centrale, ma Boldrini blocca a terra con sicurezza. Marcellous avrebbe potuto allungare al 72°, ma Todaro, in posizione defilata sulla destra, ha calciato male e la palla si è spenta addirittura in fallo laterale. F.C. può ridurre le distanze con Majidi, libero sulla destra. Tiro perfetto... perfettamente tra le braccia del portiere! Bravissimo Boldrini, che è uscito fin quasi sull'out alla sua destra per contrastare Poirters, raggiunto dal precisissimo passaggio di un compagno. Davvero fondamentale l'intervento dell'estremo difensore, che ha spazzato via con i piedi sfiorando il tabellone luminoso che indica in questo momento il minuto 75.
Un Gareth Rooney a tratti esaltante ha deliziato i tifosi di F.C.. Non abbiamo difficoltà a eleggerlo uomo-partita. Marino Sorte ci è parso in pessima forma. I tifosi non hanno certo gradito la prestazione scandalosa fornita oggi. Uomo partita fra le fila di Marcellous è sicuramente Ivano Gargano. Inspiegabile la gara di Giovanni Gilardoni: un vero fantasma oggi in campo. Arriva il fischio finale sul punteggio di 0 a 2. Le squadre si radunano a centrocampo e si stringono la mano, un gesto che fa bene al calcio.
Tutte le News
 
Pages : 1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 11 12 13 14 15 16 17 18 19 20 21 22 23 24 25 26 27 28 29 30 31 32 33 34 35 36 37 38 39 40 41 42 43 44 45 46 47 48 49 50 51 52 53 54 55 56 57 58 59 60 61 62