Puoi aggiungere un testo qui (3) Puoi aggiungere un testo qui (4)  


  Home
  News



  Chi siamo
 Storia
 Squadra
 Stemmi Storici
  Kits
  Kits Storici
  Tifosi & Stadio
  Il mercato
  Gli Sponsor
  Albo d'Oro
  Record
  Bacheca Trofei
  Leggende
  Hall Of Fame



  Classifica
  Calendario
  Marcatori



  Libro degli ospiti
  Gemellaggi
  Vota il sito
Un secondo posto che vale la promozione, il Real batte Cordino e sale in VII serie. 26/07/2014 2:17 pm 
Sono giunti 14959 tifosi al 1927 AIR Arena, nonostante la pioggia, la terna:Mikel Alcalde,Mickaël Lapouge e Daniel Villagrán. CORDINO schiera un 4-5-1:Lindberg,Monteleone,Krüger-Blei,Aroldi,Piernas,Bøgild,Mascellani,Soraruf,Lacombe,Von Bischhoffshausen,Aspè. Gli ospiti schierano un 3-4-3:Henriod,Aspening,Postel,Avdikos,Heuze,Forestier,Rivière,Urdă,Tranell,Bolão,Rogersson.

Subito il Real calcio d'angolo battuto da Rivière, parabola pennellata per Bolão che incorna e segna. Scontento per il gol l'allenatore di CORDINO cambia tattica al 12°, pressando il portatore di palla e incursioni centrali, ma il terreno fangoso rende difficile il controllo di palla. Il rigore assegnato ai padroni di casa al 34° è così ridicolo che molti dei presenti fischiano per disapprovare e intimidire un deciso Soraruf che calcia colpendo la traversa. Il pareggio era nell'aria e arriva al 35°, Aroldi ha ricevuto palla al limite dell'area, ottimo l'aggancio e perfetto il destro a giro sul secondo palo. Azione di contropiede per CORDINO che sembra essere galvanizzato dal gol al 38°, passaggio filtrante per Monteleone lanciatosi oltre la linea difensiva avversaria, sul filo del fuorigioco, ma è impreciso. Inguardabile! Il primo tempo si chiude sul risultato di 1-1, la ripresa vede un campo reso pesante dalla pioggia. Al 70° leggero contatto tra Bøgild e Ługiewicz che si tuffa in area simulando, ammonito. La rete del vantaggio ospite arriva grazie ad una pessima interpretazione della tattica del fuorigioco al 77°, Bolão mette in rete da centro area ed in perfetta solitudine, 1-2. Le gambe cominciano a tremare, le mani sudano e si sbagliano anche i passaggi più semplici, il match si fa teso per i giocatori del Real. La partita si conclude con il risultato di 1-2, molto equilibrata e non particolarmente entusiasmante, ma combattuta da entrambe le squadre, onore al Cordino che retrocede e Gloria al Real che raggiunge la promozione in VII serie.

Per CORDINO si è messo in luce soprattutto Luca Aspè: una prestazione molto convincente la sua. Inspiegabile la gara di Tiziano Mascellani: un vero fantasma oggi in campo. Un Manuel Rivière a tratti esaltante ha deliziato i tifosi di F.C.. Non abbiamo difficoltà a eleggerlo uomo-partita. Ola Aspening ci è parso in pessima forma. I tifosi non hanno certo gradito la prestazione scandalosa fornita oggi. Malgrado l'agonismo mostrato in campo, i giocatori delle due squadre si radunano a centrocampo per il consueto cerimoniale di fairplay.
Tutte le News
Solo per il Record e per la rivincita. 20/07/2014 6:08 pm 
Al Freiwild FC Arena sono giunti 12000 tifosi, la terna:Kostas Ntaraklitsas,Jorge Fondón e Dário Begonha. Freiwild schiera un 3-5-2:Davi,Berthereau,Deodato,Buzzi,Corn,Haus,Swarowski,Lucaci,Vichi,Kalemba,Birge.Il Real invece un 3-4-3:Henriod,Cruz Souza,Postel,Ługiewicz,Rooney,Forestier,Rivière,Athinis,Quintana,Bolão,Rogersson.

Entrata durissima e da rosso per Birge graziato dall'arbitro al 5°. Freiwild si rende pericolosa su un calcio di punizione al 22° battuto da Birge, ma il portiere abbranca in presa. Ancora Freiwild al 24° con un'accelerazione lungo la fascia sinistra da parte di Birge e la difesa ospite fatica non poco a spazzare via il pallone. Il Parziale si chiude sullo 0-0.

Minuto 47, chance non sfruttata da F.C.. Buono scambio sulla trequarti e pallone dentro per Diogão Bolão, che però ha angolato troppo la sua conclusione e non ha trovato la porta. Fallo tattico a metà campo di Pablo Alejandro Quintana quando siamo al 54°. Da regolamento il direttore di gara estrae per lui il cartellino giallo. Nonostante la convulsa mischia in area in occasione di questo tiro dalla bandierina, Pablo Alejandro Quintana riesce a pennellare un cross preciso sulla testa di Diogão Bolão, che - mostrando le sue abilità nel gioco aereo - anticipa tutta la difesa avversaria, nonché i suoi compagni, andando a segnare la rete del 0 a 1. F.C. dovrà terminare la partita con un uomo in meno. Pablo Alejandro Quintana, stizzito per una decisione arbitrale, s'è lasciato andare ad un gesto troppo plateale nei confronti del direttore di gara. Secondo cartellino giallo ed espulsione per lui. Diogão Bolão è andato vicino al gol quando, completamente solo davanti al portiere Guillermo Davi, ha tentato un pallonetto colpendo in pieno la traversa.

Per Freiwild si è messo in luce soprattutto İbrahim Birge: una prestazione molto convincente la sua. Antonio Vichi avrà gli incubi stanotte. Ha giocato un calcio davvero opaco. E non abbiamo dubbi a eleggere il migliore in campo fra i giocatori di F.C.: splendida partita per Manuel Rivière. È stata invece pessima la prestazione di Erotokritos Athinis. Speriamo tutti, ovviamente, che si tratti di una caduta isolata e che presto il giocatore possa riprendersi da questo periodo di scarsa forma. La partita è terminata 0 - 1. Le due squadre si radunano a centrocampo per scambiarsi una stretta di mano. Entrambe le tifoserie applaudono la sportività dimostrata.
Tutte le News
Altra Goleada, per il migliore attacco della serie. 20/07/2014 6:01 pm 
Sono 20000 i tifosi al The Eagles Arena, la terna:Romeu d'Oliveira,Robbie Teale e Gregorio Foletto. Il Real schiera un 3-4-3:Henriod,Aspening,Postel,Avdikos,Rooney,Forestier,Rivière,Urdă,Tranell,Bolão,Rogersson.Gli ospiti un 4-4-2:Tárnok,Casonato,Panaccio,Silva,Senyukov,Krogslund Andersen,Foletto,Agosta,Wendt,Hamming,Barroi.

Il Real non perde tempo! Rooney segna al debutto con un magnifico taglio dalla sinistra, nulla da fare per l'estremo difensore, 1-0. MAREMMA getta alle ortiche l'occasione per raggiungere il pari. Henriod svirgola il rinvio dal fondo e serve involontariamente Hamming tutto solo vicino all'area di rigore, graziato dall'errore dello stesso attaccante. Urdă incrementa il vantaggio che devia in rete un pallone sporco passato tra una selva di gambe. Urdă dribbla sulla sinistra e il cross per Rooney è perfetto, non può far altro che insaccare il 3-0. Corner battuto da Panaccio per Casonato che solo in area insacca il 3-1. Percussione centrale e gran tiro di controbalzo di Urdă, Tárnok è battuto. Al 41° MAREMMA ha una buona opportunità di ridurre lo svantaggio, i difensori del Real sono attenti e su un tiro-cross di Foletto che finisce sul palo, spazzano. Sul parziale di 4-1 si chiude il primo tempo.
Al 62° splendido passaggio di Tranell per Bolão che scatta in profondità bruciando il diretto avversario, ma la fretta di concludere fa che il diagonale sfiora la bandierina del calcio d'angolo. Capolavoro di Rivière! La sua punzione dai 25 metri ha aggirato la barriera e si è infilata nel sette più lontano dal portiere ospite, nell'occasione assolutamente incolpevole. Una prodezza che porta il punteggio sul 5 a 1. Al 73° ancora Bolão, liberatosi sulla destra, lascia partire un tiro indirizzato al palo opposto, ma Tárnok devia. La rete del 6-1 arriva al 76° su punizione di Rivière, deviata dalla barriera e spiazza il portiere. Nonostante i cambi nel finale di partita il risultato non cambia, 6-1 per il Real, solitario in seconda posizione.

Uomo partita fra le fila di F.C. è sicuramente Manuel Rivière. Thorbjörn Tranell avrà gli incubi stanotte. Ha giocato un calcio davvero opaco. MAREMMA ai raggi x: il miglior giocatore è stato senza dubbio Augusto Agosta. Bruno Barroi ci è parso in pessima forma. I tifosi non hanno certo gradito la prestazione scandalosa fornita oggi. Malgrado l'agonismo mostrato in campo, i giocatori delle due squadre si radunano a centrocampo per il consueto cerimoniale di fairplay.
Tutte le News
Prosegue la scia vincente del Real. 20/07/2014 5:43 pm 
Sono 19858 i tifosi al The Eagles Arena, la terna:Vlastimil Hofman,David Breacker e Danél Navarro Rubio. Il Real schiera un 3-4-3:Henriod,Aspening,Postel,Avdikos,Heuze,Forestier,Rivière,Urdă,Tranell,Bolão,Rogersson.Gli ospiti un 3-4-3:Iacopini,Montecchi,Olexa,Neff,Festorazzi,Laus,Dzierżanowski,Licitra,Demirbilek,Tomasi,Arcellone.

Gol su calcio d'angolo? Imprevedibili passaggi smarcanti? Velocissimi scatti verso la porta? Attenzione, perchè tutto questo oggi può accadere, 1-0 per i padroni di casa al 4°, Urdă esegue un mirabile pallonetto che scavalca il portiere. Ancora un gol per il Real al 32° Postel si invola sulla destra e segna con un diagonale basso. Il tiro di Tranell sembra comparire dal nulla e sorprende tutti tranne il portiere che riesce a deviare in corner. Forestier non è concreto che cerca di dare spettacolo con giochi di prestigio, ma sbaglia, regalando il pallone agli avversari. Rogersson, però si mostra quel falco d'area, segna anticipando tutti sul primo palo al 39°. Ci stava il rosso per Heuze, graziato dall'arbitro. Il parziale si chiude sul 3-0. Al 51° bella azione corale sulla sinistra, cross al centro ma nessuno degli attaccanti della Lazio è riuscito a deviare in rete. Al 54° Heuze perde palla sulla trequarti e commette un fallo tattico, doppia ammonizione e rosso per lui. Al 64° Rogersson tenta la soluzione personale con un tiro debole e centrale. Una perfetta triangolazione appena fuori dall'area ha aperto un corridoio centrale e messo in condizione Tranell di siglare la rete del 4-0. Gli ospiti rispondono al 87° minuto con un'ottima azione corale al centro, uno/due che smarca Demirbilek che supera il portiere con un tiro teso nell'angolino, 4-1. I padroni di casa sfiorano un altro gol al 87° con Aspening, liberatosi sulla destra, ma il tiro è deviato da Iacopini. La partita si chiude sul punteggio di 4-1.

E non abbiamo dubbi a eleggere il migliore in campo fra i giocatori di F.C.: splendida partita per Manuel Rivière. Inspiegabile la gara di Andrei Urdă: un vero fantasma oggi in campo. Un Sait Demirbilek a tratti esaltante ha deliziato i tifosi di Laziolimpia. Non abbiamo difficoltà a eleggerlo uomo-partita. Alessio Pilla ci è parso in pessima forma. I tifosi non hanno certo gradito la prestazione scandalosa fornita oggi. La partita è finita 4 - 1. Al rientro negli spogliatoi la squadra ospite viene accolta dagli applausi dei giocatori di casa disposti in due file. Anche il pubblico si alza in piedi per applaudire.
Tutte le News
Scontro per il primato o per la rincorsa.... 20/07/2014 5:25 pm 
Le previsioni danno cielo nuvoloso, ma alla Fossa de I Malati, sono giunti 15000 spettatori, la terna:Gallus Fried,Javier Alcañiz e Francisco Murciano. I padroni di casa schierano un 4-3-3:Vymětal,Oriol Gordo,Toifl,Teixeira,Kanzler,Reckmeyer,Margiotta,Zalazar,Barbieri,Aresti,Baiani. Gli ospiti un 3-4-3:Henriod,Aspening,Postel,Avdikos,Heuze,Forestier,Rivière,Urdă,Tranell,Bolão,Rogersson.

Zalazar riceve sulla destra, fa fuori il suo marcatore e spara una cannonata che viene però respinta dalla traversa. Si resta sul pari, niente da fare per Malati. Siamo al 31° quando Rogersson si fa largo tra i difensori e da posizione centrale lascia partire un micidiale rasoterra, è il gol del vantaggio: 0-1. Malati è determinata ad attaccare al centro, anche le sue azioni sulle fasce vengono deviate centralmente. Al 35° arriva il pareggio con Toifl che s'infila centralmente fra i difensori e batte il portiere con un diagonale rasoterra di pregevolissima fattura, 1-1 e la partita si fa incandescente. Heuze si aiuta con la mano per fare un sombrero al suo avversario e viene ammonito. Aresti brucia in velocità il suo marcatore e serve un'occasione d'oro a Baiani che però prende il palo. Duplice fischio del direttore di gara che manda gli atleti negli spogliatoi sull'1-1.

Ottenuta una punizione da difficile posizione, Malati prova una novità studiata in allenamento. La palla viene calciata in area, proprio davanti al portiere. La difesa però è in buona posizione e non ha lasciato spazi per concludere a rete. Barbieri porta in vantaggio i padroni di casa, con un dribbling fulminante, calcia con il sinistro un preciso rasoterra sul palo lontano, 2-1. Rogersson si smarca sulla sinistra e con un tiro di prima rende realtà l'ansia dei tifosi locali, pareggio 2-2. La partita non regala altre emozioni e si chiude sul definitivo 2-2 che regala il primato ai Malati e il consolidamento della seconda posizione per il Real.

Uomo partita fra le fila di Malati è sicuramente Santiago Oriol Gordo. Inspiegabile la gara di Piergiorgio Margiotta: un vero fantasma oggi in campo. F.C. ai raggi x: il miglior giocatore è stato senza dubbio Manuel Rivière. Kaspar Henriod avrà gli incubi stanotte. Ha giocato un calcio davvero opaco. La partita è finita 2 - 2. Al rientro negli spogliatoi la squadra ospite viene accolta dagli applausi dei giocatori di casa disposti in due file. Anche il pubblico si alza in piedi per applaudire.
Tutte le News
 
Pages : 1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 11 12 13 14 15 16 17 18 19 20 21 22 23 24 25 26 27 28 29 30 31 32 33 34 35 36 37 38 39 40 41 42 43 44 45 46 47 48 49 50 51 52 53 54 55 56 57 58 59 60 61 62