12 Settembre 2006: La storia ha inizio...
   ** Col bot Olimpiafrus, vittoria finale a suon di goal. Baraldi vice capocannoniere**
Serie VI.707
 
Grifo's Menu



Home Page
GuestBook
Area Tecnica

NEWS !
Generale
Mercato
Serie VI.707

COPPE
Squadra
LITTLE GRIFO

Primavera
Campionato
Area Supporter

Stadio
Tifosi
Gemellaggi
Varie

Official Shop
Statistiche
Archivio

Stagioni Precedenti
Trofei


Fine benzina, fine dei sogni 2020-04-20 12:45:15 
Doppia sconfitta consecutiva, che chiude ogni gioco. Il Palestro fa festa e ipoteca la salvezza


Lo aveva detto il manager Sciu venerdi nella conferenza stampa che chiude la settimana "secondo me è finita la benzina" aggiungendo "non riusciamo più a segnare e giocare come sapevamo, si vede nelle scalate e soprattutto nella Battaglia di Serie". E così salomonico fu il responso col Palestro, formazione timorosa, modificata per affrontare il forte 3-4-3 di casa. Match della vita per i padroni di casa che non sbagliano, anche se era Baraldi a portare in vantaggio gli ospiti, fulmine a ciel sereno poi il naugrago. 4-1 finale molto pesante. Tifosi delusi ed ora il big-match col Catcham casalingo. Da non sbagliare, ma solo per l'onore.

Non mancano il colpo vincente rispettivamente Catcham (in Sardegna passa 1-2) e del Santibabilons in casa col Gargiola (2-0). La classifica trova sempre Cathcam in testa che vola a 25, sorpassati i Rangers dal Santibabilons che sale a 23 resta a 21 il Grifo, senza ormai alcuna speranza di vittoria di girone che molto probabilmente si risolverà all'ultima di campionato quando si incontreranno appunto le prime due della classe.

Crolla l'umore dei tifosi e ovviamente anche quello della squadra.

A tenere alto il morale ci pensano i Grifoncini alla prima della nuova stagione, passando in trasferta per 2-1.
Parliamone
Che storia Peralta. Battuto il Gargiola, 1-0 2020-04-06 12:20:34 
Il Senator Peralta che doveva partire, sul mercato per due settimane, torna in forma, si presenta con un romboante 6,5 nella "Battaglia di Serie" Venerdi e manda in visibilio i 30.000 del Carrega col goal che vale una vittoria importantissima sul Gargiola

Ne avevamo già parlato una settimana fa della crisi del Gargiola la grande decaduta. Al Carrega gremito in ogni ordine di posto il primo dei due big-match. La prima di ritorno per confermare una classifica che sta diventando molto importante per i Rangers, che si preparano con la battaglia di serie di Venerdi sera al Sauro. Battuto la "Marinella" con un romboante 4-1 eroe Tokoli con una tripletta (2 rigori) e il ritorno di Peralta (6,5 alla fine). I migliori presupposti perchè la festa possa continuare sabato. Tutti al Carrega, atmosfera delle grandissime occasioni. I Rangers presentano ancora Hatesburch con Leiva e il gradito rientro di Peralta che spodesta Lazzaroni e Balbach. Davanti tutto standard.

Primo tempo di chiara marca rossoblu, ma la partita è tirata e vanno vicinissimi gli ospiti alla rete, al 34° miracolo di Zaragozi mentre 5' dopo un tiro lob che fa la barba all'incrocio da ottima posizione. Per i Rangers si fanno vedere prima Fassio, con un siluro neutralizzato dall'estremo ospite e poi Baraldi che si infila nello spazio, colpo da biliardo ma strepitoso ancora il numero 1 ospite a chiudere lo specchio.

Nella ripresa, due cambi per gli ospiti che forse rompono il loro personale equilibrio. Salgono i Rangers che trovano una super possibilità con Slonecki, sprecata, poi il minuto fatidico, il 60: Tokoli dall'angolo scodella in mezzo, Baraldi incorna, miracolo del portiere del Gargiola, che sul tap-in di Peralta nulla può. Tanta potenza per lo spagnolo e la gioia incontenibile con un boato fragoroso. Poco dopo azione fotocopia, questa volta Leiva "spizza" di testa liberando al tiro Soravia a porta squarnita, palo pieno. Si teme il peggio, ma i Rangers accompagnano la partita al finale, 4^ vittoria consecutiva, una concorrenza che non manca, viste le vittorie perentorie di Cathcam alla 5^ consecutiva e Santibabilons contro la ormai BOT Olimpiafrus che battuta 10-0 fa perdere lo scettro di milgiore attacco ai Rangers. Ma la migliore difesa è sempre attiva.

La prossima altro big-match, al Carrega arriva Santibabilons più temibile in trasferta.
Che l'avvicinamento abbia inizio!

Vamos Rangers
Parliamone
L'inaspettato è sempre il più bello 2020-03-30 10:56:07 
La vittoria che non ti aspetti contro una fortissima "decaduta". In trasferta seconda consecutiva, un primato ora che si fa più solido. E c'è il giro di boa

Il dopo Santibabilons era già abbondantemente euforico a tinte rossoblu, la vetta, la partita perfetta. La vittoria. Col Gargiola ancora lontano dalle mura amiche è difficile, racchiude sicure insidie, vuoi perchè il Gargiola è una neoretrocessa, vuoi perchè rientra nella categoria "grandi decadute", lo scorso anno in V, ha vinto tutto quel si poteva vincere e quindi ci sono tutti i presupposti per ricordare il Santibabilons come l'impresa di stagione.
I Rangers presentano il neo acquisto, Heisterbusch, giovane tedesco già pronto per una maglia da titolare, complice la forma che si abbassa pesantemente di Balbach. E' ancora tattica.
Si va: al secondo minuto, punzione dal limite: Tokoli, male ma quanto basta per segnare:0-1. Doccia freddissima per i padroni di casa, che cercano di sistemarsi, ma non fanno in tempo che Cacà se ne va come un fulmine sulla fascia e la mette dove El Pupazo Baraldi si lancia nello spazio ad anticipare tutti:0-2. Bolgia della TOG che stenta a crederci. A salire in cattedra ora Zaragozì, il portiere dello stato dell'Andorra. A tu per tu con l'estremo rossoblu, il bomber di casa la piazza, miracolo del numero 1 dei Rangers, sul tap-in strepitosa risposta. Tiro debole. Ma Zaragozì chiude la saracinesca. Al 37° è Fassio imbeccato ancora da Cacà che si gira e tira al volo, 0-3. Fischi da parte del pubblico di casa all'indirizzo dei suoi.

Ripresa di contenimento rossoblu, pochissimo da segnalare per i padroni di casa. Slonecki a secco lascia il posto ad Ayneto, pronto per una maglia da titolare.Si chiude.
Quel che non ti aspetti è indiscutibilmente sempre più bello.
I Rangers restano in testa, una vetta sempre più rossoblu. Nelle ultime due compiuta l'impresa. Mentre Santibabilons non va oltre il pareggio con Olimpiafrus (che si sta bottizzando ma vende ancora cara la pelle) e viene superata dal Catham che non molla a -2 dai Rangers.

Inizia ora il girone di ritorno che sarà sicuramente da affrontare al meglio, ma già al cardiopalma per le prossime due. Ma intanto il Grifo, gode, e Vola!

S A L U T A T E L A C A P O L I S T A ! !

Parliamone
Zampata nel big match e sorpasso: Salutate la Capolista! 2020-03-21 17:12:01 
Seconda volta in vetta in solitaria, nel big-match col Santibabilons, freccia e sorpasso per i Rangers nella partita perfetta

Studiata nei minimi particolari come solito fare Sciu Gozzi, così i suoi sull'ostico campo del Santibabilons prima in classifica, squadra che stupisce essendo neopromossa, la partita perfetta va in scena. I padroni di casa ancora imbattuti sfruttano il contropiede divino. La mossa a sorpresa dei rossoblu è quella di schierare un vecchio metodo, dai risultati non sempre positivi, ma giunto al livello titanico perchè non provarci.
In campo i Rangers schierano quella che al momento è la migliore formazione, con Lazzaroni dinuovo nelle retrovie, tutto confermato dalla cinta in su, con Soravia ormai ala instostituibile. Coppia d'attacco Baraldi-Slonecki.

Si va, Rangers in palla fin da subito e fioccano le occasione da rete. Santibabilons appare disorientata, ringrazia tra l'altro il proprio portiere che con due interventi si supera e tiene i suoi in partita. Poi al 27' si infortunia il terzino sinistro di casa, quindi al minuto 30, Baraldi se ne va da solo, mossa sopraffina a portarsi via due marcatori, tiro a girare ad accarezzare l'incorcio:europrodezza di "El Pupazzo" che porta in vantaggio i suoi. Scorre il minuto numero 42 quando Slonecki si libera tra le maglie difensive e appena entrato in area esplode un missile che lascia di stucco il portiere di casa: 0-2 Rangers!

Ripresa: ora più intraprendente il Santi che prova a uscire dal guscio ma oggi il contropiede non è fenomenale e poi al 55' i Rangers si settano in difesa con Denko che si abbassa davanti la difesa. Poi prima Cacà si trova a tu per tu col portiere di casa che si supera, poi Leiva da buona posizione smorza troppo il tiro. La riapre il Santibabilons, al 62' con il solito contropiede. Ha un'altra occasione con tiro alle stelle, poi solo Rangers fino alla fine. Finale infuocato e caldo della TOG che usa le precauzioni da epidemia, 1 mt l'uno dall'altro, ma ciò non placa il calore e la festa!

S A L U T A T E L A C A P O L I S T A ! !


UN GIORNO ALL'IMPROVVISO
MI INNAMORAI DI TE



Parliamone
Fuori dalle Coppe, Rangers brusco risveglio 2020-03-11 10:26:18 
Dopo un inizio scoppiettante e belle vittorie, ora i Rangers sono in striscia negativa da tre partite di cui due di Coppa, Ufficiale e Mediterraneo, alle quali si aggiunge la sconfitta pirotecnica di Catcham.

Ritrovarsi Parola d'ordine per i Rangers che dopo un inizio spettacolare sono costretti a tre sconfitte consecutive, dalla Coppa Italia Ufficiale con un perentorio 0-4 casalingo martedi 3 marzo. Ma lo si sapeva della forza di Tuorloduovo e il suo centrocampo Utopico. Stesso discorso per la difesa degli avversari in Coppa Mediterraneo, ieri sera, e con una difesa così è tutto ovviamente più difficle. Ma la squadra non ha giocato bene, provando un "pressing" che ha stancato tutti molto prima del tempo e quindi non avere più linfa alla ricerca di un pareggio ormai lontano dopo che i padroni di casa mettevano in cassaforte il successo praticamente nei primi 45'.

Inframezzato a tutto ciò c'è stata la prima sconfitta in campionato, col Catcham in trasferta, pirotecnica e dal grande cuore. Padroni di casa in 10 dal 17° è un'occasione da non farsi sfuggire. Ma il loro contropiede è "illegale" la forza con cui ripartono è devastante. Passano in vantaggio, ma poi Soravia è lesto col tap-in a buttarla dentro. Ancora davanti il Catcham, 2-1, fino a quando in due minuti i Rangers mettono una pietra quasi tombale: Fassio pareggia e Slonechi fanno 2-3. Spettacolo. Ma sul gong del primo tempo e all'avvio della ripresa due reti chiudono un match che resta aperto (4-3 il finale) fino alla fine. Rammarico grande, anche perchè a 9 punti i Rangers sono secondi a -1 dal Santibabilons, neo promossa e dinuovo in vetta. I Rangers tornano a casa con la difficile sfida col Palestro, sulla carta semplice, non così scontata anche vedendo la fatica che ha fatto Olimpiafrus che vinceva a Palestro, appunto, 1-3 e poi rimantati fino al 3-3 finale.
Ripartire, Forza Rangers! Forza Ragazzi!

#appenallinizio #dairaga #grifotime
Parliamone
Prosegue spedito il cammino nelle Ufficiali 2020-02-26 09:22:46 
Coppa Italia ancora spettacolo rossoblu. Tra le mura amiche continua la corsa rossoblu. Contro l'avversaria più probante in Coppa fino a qui affrontata, Bradinapoli. I Rangers impongono gioco e goal: uomo skyht Slonecki che ora fa paura

Redblu-orizont-Vintage, la maglia usata in Coppa Italia ufficiale. Ancora in corsa i Rangers che dopo i Lavoristi e poi Tele Atlas si sbarazzano anche di Bradinapoli, la più in forma e quotata finora affrontata. Prosegue la rivoluzione in casa Rangers: fuori ancora Peralta e Pazwinsky per Lazzaroni e Burg. Ancora una partita di grande spessore. Tokoli la spunta all'ultimo su Heterienne. Si va. Subito Rangers sugli scudi, Slonecki che ora incute timore, si muove tra le linee e ci prova, fuori. Ancora lui, ottimamente servito in mezzo, salta un uomo e deposita in porta, il palo dice no. Al terzo tentativo il goal: recupera palla sull'out destro cerca spazio per il tiro, ma è tutto chiuso, scambia con Denko che gli restituisce la sfera, colpo sotto, poi tocco vellutato a saltare il portiere ospite. Sono 30.000 i paganti al Carrega, un catino infuocato. 1-0. Ora la partita diventa "maschia" Denko tocca duro a centrocampo un avversario, nessun provvedimento disciplinare. Saltano i nervi agli avversari con uno in particolare che si rende protagonista in negativo con due fallacci proprio sul centrocampista di casa per due volte. In 15' si fa buttare fuori. Tokoli la chiude la 70' quando raccoglie un pallone che passa tra una selva di gambe e sotto porta fa esplodere il Carrega. 2-0. Diversi cambi da ambo le parti. Il goal degli ospiti che si ributtano in partita solo all'89°. Troppo tardi si chiude.
Altra grande prestazione dei Rangers, altro tripudio per un Carrega già piccolo per l'entusiasmo intorno alla squadra, una squadra che fa sognare, trascinata da un Slonecki in stato (già) di grazia.

#VAMOSRANGERS
Parliamone
Quattro su quattro, bailando a ritmo de samba 2020-02-24 13:21:55 
In Sardegna nella partita perfetta, Zaragozi uomo partita, tiene i suoi a galla che dilagano in fretta. Balbach sbaglia anche un rigore.

Finisce 1-3 per i Rangers corsari per la seconda stagione consecutiva. Stella Rossa che migliora ma impatta sulla corazzata rossoblu. Rangers che cambiano, svolta epocale, fuori Peralta per il rientro di Lazzaroni e Pawslinsky per Burg all'esordio. Tutto confermato davanti, ed è proprio di lì che parte la riscossa con Slonecki che segna il primo goal stagionale al 10', ottimamente servito da Baraldi, classe. Al 14' già tutto in salita per locali, quando Lazzaroni segna con un eurogoal, pallone di Denko a palombella e rete da cineteca. Poi è il Zaragozi magic moment: prima devia una punizione perfetta con la punta delle dita, poi si supera su un due contro uno da contropiede dei locali che spezzano i rangers in due tronconi, ma Zaragozi è strepitoso. Nella ripresa la chiude Burg, all'esordio bagnato col goal. Poi rigore per i Rangers, lo specialista Balbach se ne incarica ma anche il portiere di casa si supera nell'angolino. Quindi rigore per la Stella Rossa con Zaragozì che intuisce e para, ma non tanto che basta da togliere il pallone che prosegue la sua corsa in rete. Davanti anche Piazza per il 10 rossoblu. Finisce con i 500 della Tog scatenati anche in Sardegna. Avanti così, una corazzata, ora prima a pari con il Santibabilons che stupisce già coì. Big match con Next Step la prossima al Carrega.


#vamosgrifoni #questaèvita #vitadagrypho
Parliamone
Grifo Rangers, turbo "diesel" in Coppa Italia 2020-02-19 09:39:38 
Difficile sfida casalinga, gli avversari hanno il contropiede magnifico. Vanno avanti di due. Ma i Rangers si svegliano come un diesel, recuperano e nella ripresa mettono il turbo. Tante belle cose!

Maglia di Coppa, Carrega gremito, con record di presenti 29.980 spettatori caldissimi. Gran tifo ma è subito doccia fredda. Lazzaroni a martello in area, sembra che l'attaccante salti l'intervento del difensore rossoblu per l'arbitro c'è l'aggravante del gioco pericosolo. Tiro rete:0-1. Al 10° il raddoppio, super tattica del fuorigioco livello "magnifico", a tu per tu con Zaragozi il tornante ospite fa 0-2. Sembra messa malissimo la partita con tanto più che i Rangers molto probabilmente hanno giocato il PIC, per preservare tutte le energie possibili in Campionato. Nessun problema, perchè i rossoblu hanno accumulato la giusta "cazzimma" ed esperienza da saper dosare le forze. Slonecki scambia a centrocampo e riprende dal limite, cambio di direzione rapidissimo, e tiro. Si supera il portiere ospite con la punta delle dita. Balbach dai 30 mt prende la traversa, fino alla rete di Tokoli, dopo l'ennesimo e continuo fraseggio a centocampo, riceve nello spazio si butta in area e ad arcobaleno colpisce: bolgia 1-2. Intervallo.

Turbo: Secondo tempo solo di marca rossoblu. Prima pervengono al pareggio con Lazzaroni che si fa perdonare dell'errore sul rigore:2-2. Poi passano con Balbach e la sua prodezza su calcio di punizione alla "Del Piero", portiere immobile:3-2. Festa grande, il Carrega ora è un catino infuocato. Ancora Balbach su punizione, traversa, che vibra ancora adesso. Poi Baraldi che rileva Slonecki a provarci ma ancora il portiere ospite a rendersi protagonista e neutralizza.
Si chiude, festa grande. Missione compiuta. Ora si pensa alla Scalata col Derby con la Spamdoria e quindi la trasferta "sarda" con la Stella Rossa. Da sempre ostica, da sempre sfida stellare.

Vamos Rangers, turbo...diesel
Parliamone
Inaugurazione del Carrega, poi partita perfetta. Inizia Top! 2020-02-17 10:26:23 
Alle 10:30 inaugurazione del nuovo Carrega Bridge, ex Nazario Sauro, con un nome inglesizzato del più conosciuto Ponte Carrega. Poi è match, il classico inizio di stagione, avversaria la forte Olimpifrus. C'è Baraldi, il Pupazzo, scatenato. Finisce 2-0. Bolgia e goduria. Si va.

Bella giornata di sole e tanto tifo. Nel quartiere di Sestri inauguarazione del nuovo stadio col nuovo nome, Carrega Bridge, origini genovesi e inglesizzato come vuole la tradizione di calcio rossoblu e radici inglesi. Festa subito con la speranza di continuare per il primo atto di campionato.
Come accade da tre stagioni a questa parte, con i Rangers e Olimpiafrus che chiudono sempre 3^ e 4^ sono le stesse sempre a scontrarsi al primo turno. Al Carrega va in scena Grifo Rangers vs Olimpiafrus.

Nei Rangers, rivoluzione di calciomercato, con una rosa ringiovanita, con partenze importanti per "senatori" e con le nuove leve già pronte in campo. Zaragozi difende i pali, Balbach è il nuovo terzino, direttamente dalla tanta panchina della scorsa stagione, ora elemento chiave, divino in calci piazzati per dirne una. Con lui Leiva e l'eterno Peralta. A centrocampo l'altro sempre verde Pawzilslkwy e Cacà, col terzetto a centrocampo Denko, Fassio e Tokoli. Di punta la collaudata Slonecki - Baraldi. Attenzione al "Pupazzo" che nel precampionato ha segnato tantissimo.

Supporter per la squadra e grande preparazione.
In Coppa subito coi Dopolavoristi (0-10) e ovviamente PIC. Oggi si parte da un'ottima base. E menomale perchè Olimpifrus si presenta con Formidabile basso a centrocampo. Vincono i rangers lo stesso in avvio con formidabile alto.

Subito a spron battuto entrambe le squadre. Olimpiafrus ci prova ma la mira è sballata. Poi prima Fassio poi Pawslizinky, due missili che sfiorano i pali. Passano i Rangers, lancio perfetto di Cacà per Slonecki che appoggia a Baraldi nello spazio liberandolo davanti al portiere, tiro.... rre-reteeeee! Baraldi! il primo goal in assoluto della stagione è il suo.
Ripresa, Olimpifrus ci prova, ma sulla linea recupero strepitoso di Balbach, poi Zaragozi si fa trovare pronto e tiene il pallone a terra, ancora il n°1 dei rossoblu che anticipa in uscita bassa il diretto avversario. Al 73' Baraldi in un'azione fotocopia del primo, 2-0! Baraldi! Si chiude, grande festa.

Inizio Top, VAMOS!

Parliamone
Che ritmo: bailando o ritmo do samba 2020-01-20 10:22:12 
Rangers scatenati, la matematica con due giornate di anticipo dice terzi sicuri. Ma non contenti si sbarazzano di Next Step in maniera pesante

Rangers scatenati, non si fermano davanti a nulla. C'era solo una possibilità di non rientrare alla terza posizione di classifica. A due partite dalla fine del campionato e già salvi senza playout, dopo un brillante campionato, Rangers ospitano con la maglia storica della Republica di Genova, in casa, il Next Step. La vendetta è servita.
Subito Rangers tutti all'attacco con un pressing asfiassiante. Next riesce a mettere uno dei suoi al limite che spreca tutto. Ma al 31' maglia di Heterienne titolare, scatto e taglio in mezzo, tap-in del solito Slonechi, nono goal per il polacco grandissima stagione.
AL 36' potente punizione dal limite di Zbigniew Pawliszyn che si è infilata sotto la traversa: 2 - 0. Neanche un giro di lancette dopo e al 37° strano calcio di punizione indiretto per Rangers. Il pallonetto da fuori area sembra innocuo ma non è così: sopraggiunge in corsa Gilberto Leiva, che al volo insacca e ringrazia il compagno di squadra per il passaggio magistrale. 3 - 0!
Poi retroguardia ospite completamente in bambola: al 40° minuto disimpegno a dir poco imbarazzante sul versante destro della difesa, che Zbigniew Pawliszyn ha intercettato prima di involarsi indisturbato verso la porta avversaria per la rete del 4 - 0.
Termina il primo tempo, con un risultato già archiviato per i Rossoblu, ma è estremamente interessante il dato relativo al possesso palla: le due squadre se lo sono diviso equamente. Partita quindi molto equilibrata a livello tattico.

Ripresa: non serve aspettare tanto, al 50° a chiuderla è Glauco Baraldi che ha esperienza da vendere! Trovatosi solo davanti al portiere, ma in posizione defilata, decide di fintare il tiro per poi scavalcarlo con un mortifero pallonetto che decreta il gol del 5 a 0.

Varie sostituzioni, tra cui l'esordio di Bracanovic in attacco, gli lascia il posto "Pupazzo" Baraldi. Applausi a scena aperta.
Pallalpiede batte Olimpiafrus che resterà matematico al 4° posto anche in caso di vittoria coi Rangers all'ultimo atto di campionato, sabato 25. Ultima giornata caldissima, con il match per il titolo, tra Catcham e Pallalpiede con i primi a -2 dalla vetta. Tutto in 90°.

Super Rangers, ancora, e ancora!
GRAZIE RAGAZZI


Parliamone
 
Pages : 1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 11 12 13 14 15 16 17 18 19 20 21 22 23 24 25 26 27 28 29 30 31 32 33 34 35 36 37 38 39 40 41 42 43 44 45 46 47 48 49 50 51 52 53 54 55 56 57 58 59 60 61 62 63 64 65 66 67