12 Settembre 2006: La storia ha inizio...
   ** Sconfitta col PIC. Ora scontro salvezza con la Stella Rossa**
Serie VI.707
 
Grifo's Menu



Home Page
GuestBook
Area Tecnica

NEWS !
Generale
Mercato
Serie VI.707

COPPE
Squadra
LITTLE GRIFO

Primavera
Campionato
Area Supporter

Stadio
Tifosi
Gemellaggi
Varie

Official Shop
Multimedia
Statistiche
Archivio

Stagioni Precedenti
Trofei


Testa + Cuore + Gambe = vittoria 2012-12-27 11:44:00 
Finalmente Rangers, col cuore. Parte la Mission Impossible Rossoblu

Era l'ora Rangers che si fanno un ottimo regalo di Natale, il 22 dicembre una bolgia preparata a dovere al Sauro. I Rangers giocano col cuore e con la giusta cattiveria agonistica, e vincono. E' tardi si sa, Mentana vince e si salva virtualmente, San Lorenzo invece è l'obiettivo. Essi infatti giocheranno le ultime due con le già promosse Libonese e Muciese, Rangers invece con il fanalino di coda Kingstom la prossima tra le mura amiche poi la trasferta di Wonder.
Il Risveglio: Cuore e grinta sostenuti dalla TOG stra-ordi-naria. I Grifoni presentano un 3-5-2 con Rubinat, Auli Broekman Di Majo, Hallas e Omidi sulle fasce in mezzo invece Koldin Esseni e Pillittu, davanti Heghy Ballesta.
Doccia fredda in avvio:2' di gioco triangolo veloce e tiro nell'angolino 0-1. Pessimo inizio ma al 13' Omidi se la gioca e se la canta sulla fascia cross teso in mezzo e stacco perentorio di Heghy per il pareggio. Bolgia. Al 24' per deviare un tiro insidioso Rubinat mette male il piedi la caviglia gonfia ed è costretto ad uscire il numero 1 rossoblu. Cambio, nella partita della vita, entra per la prima volta in una sfida da titolare il classe '91, Pedro Cardoso Almeida che al minuto 44 si supera andando a deviare in angolo un pallone diretto all'angolino. Applausi scroscianti.
Si val al riposo sul pari con un squadra, quella di casa, che sembra aver ripreso lo smalto di una volta. Nella ripresa: al minuto 49' dopo uno scambio al limite dell'area tra il rientrante Heghy e Pillittu, è quest'ultimo ad entrare in area e venir toccato: rigore. Se ne incarica Sergio che non sbaglia, freddissimo, pallone da una parte portiere dall'altra. Spinta a gran voce di tutto lo stadio. E' una cajenna il Sauro. I Ragazzi di Gozzi ci credono e al minuto 65' arriva il tris. Heghy per Hallas che se ne va salta un uomo rientra e taglia basso in mezzo, al volo Pillittu:re-re-re-reteeeee! 3-1 Rangers! Che partita!
Minuto 74: scambio rapido negli spazi stretti e tiro nel sette:3-2 si riporta in parita la capolista. Finirà cosi finisce tra gli applausi scroscianti.
E' iniziata la tardiva "remuntada", ma se la speranza è l'ultima a morire i Rangers col loro cuore rossoblu e il tifo magico ci proveranno, fino alla fine! VAMOS!!!

Parliamone
Disastro rossoblu 2012-12-04 10:13:45 
Il mondo rossoblu in subbuglio su tutti i fronti e in caduta libera

Rangers ancora sconfitti, sbagliano un calcio di rigore ed escono battuti di misura. Basta un goal al 74' per condizionare una buona partita, pur sempre con la capolista. Libonese che ci mette più del previsto per sbarazzarsi della squadra "ormai" materasso di mr.Gozzi sempre più triste ma convinto che i suoi potranno risollevarsi. SS Mentana batte il fanalino di coda e prende una boccata d'ossigeno. Ora i grifoni sono attesi dalla super sfida interna col San Lorenzo, il pareggio non è ammesso solo un segno in schedina. Da ieri tutti al Marietto a porte rigorosamente chiuse. Si studia la formazione, con il probabile uso ancora una volta di Kolding sulla fascia il quale è pronto a sacrificarsi ancora dopo l'ultimo match.
Intanto inizia l'epurazione. Quattro giocatori sul mercato più la rescissione di Beughmer, attaccante meteora.
Gozzi furioso :"Siamo distrutti perchè oggi potevamo strappare un pareggio, la capolista ha giocato male e potevamo fare di più. Peccato, comunque non posso nascondere che la partita sia stata buona, rispetto alle precedenti. Abbiamo sbagliato un rigore all'11' e poi abbiamo creato 2/3 palle goals, non sfruttate. Chiediamo scusa ai tifosi, ci stiamo rimboccando le maniche, speriamo di scongiurare la retrocessione, sarebbe un duro colpo. Fino alla fine tutti all'attacco"

Primavera: dopo il buon avvio con i Diffidati arriva una partita da dimenticare, 6-0 il risultato finale che culmina con la più grande sconfitta nella storia dei grifoncini, frutto anche dell'aver giocato con un uomo in meno. Con la formazione già consegnata e la lega che non può ammettere Buassa troppo vecchio, per un giorno, per essere schierato.

Anche il Genoa se la vede malissimo in campionato e quindi ora la speranza di girare i pronostici già a partire dalla prossima giornata che vuole ottenere il massimo dalle rispettive partite.

Tutti insieme a tifare! Forza Vecchio Cuore Rossoblu!
Parliamone
La reazione non arriva, altro segno "X" 2012-11-27 16:16:11 
Stagione disastrata, sempre più in salita, torna il Mr, la squadra no

Doveva essere la partita della rinascita dopo 6 punti su 7 incontri. Invece la reazione Rangers non arriva, il 3-5-2 di un Gozzi sulla via del ritorno, soddisfa 49' che culminano con il goal di Willbanks. Non basta perchè 6' dopo non tarda ad arrivare il pareggio, nell'unica azione degli ospiti. Poi vince la noia, nonostante una TOG mai doma che crea una bolgia sugli spalti.
Il peggio succede sul campo di casa del Kingstom, dove i locali vincono 2-1 con Wonder Team, impelagando la corsa alla promozione di questi ultimi e rendendo nerissima la classifica dei grifoni.

Primavera: per fortuna i Grifoncini!
Almeno restan loro a tirar su di morale, dopo un egregio secondo posto in Serie A giovanile della scorsa stagione, la nuova parte bene. Nel primo tempo sotto di due reti, ma nel secondo arriva la remuntada. Passa anche per ben due volte il match point tra le gambe dei rossoblu che sul difficile campo di Ave conquistano un importante punto.
Parliamone
Rangers, al palo 2012-11-15 15:49:02 
Mai così male, nonostante i valori

Finita male la scorsa stagione, si sapeva che gli sforzi sarebbero dovuti essere tanti in questa nuova. Non si immaginava tuttavia dovesse essere cosi tribolata la strada che portasse ad una posizione tranquilla. Valori alti per i Rangers, che mancano di gioco, non sempre ma sovente, e soprattutto poco fortunati, raccolgono meno del dovuto. Partiamo dal presupposto che in tornei corti come le stagioni hattrickiane, in caso di pareggio si perde tantissimo terreno. Ecco i Rangers di quest'anno giocano a "primo non prenderle" poi a mantenere il risultato. Così sono arrivati la bellezza di 3 pareggi inutili e una sola vittoria. Ci sono state stagioni "inutili" dove la gente si divertiva perchè gli 11 che scendevano in campo vendevano cara la pelle, si vinceva ma si perdeva anche di più, e le soddisfazioni ce le si toglieva.
Cambia il calcio, è cambiato anche in hattrick, con squadre più guardinghe e rinunciatarie, ne perde lo spettacolo e la gente. Ne perde lo sport.

A far tornare un tiepido sorriso ci sono i ragazzi della Primavera che battono alla penultima di campionato la Primavera Ratox, prima in classifica e già matematicamente campione della Serie A, ma che si tolgono una grandissima soddisfazione. Col punteggio di 3-2 hanno fatto capire che "nulla is not possible" basta volerlo.

E allora Vamos Rangers, Vamos a Ganar... come lo è stato per tanto tempo e ancora tornerà ad esserlo!!!!

Parliamone
Rangers col freno a mano 2012-10-29 17:38:08 
Lampo di Omidi, poi l'arbitro

"Di questi contrasti se ne vedono a decine ogni partita... ma l'arbitro è irremovibile e decide per la massima punizione", si parte dall'episodio della vergogna per la quarta di campionato di scena al Sauro tra Grifo Rangers e Spago United che si dividono la posta con un arbitraggio vergognoso: scorre il minuto 74, cross alto, salgono a staccare Broekman e un giocatore ospite, contrasto duro, testa contro testa, ha la peggio il giocatore di Spago, che rimane a terra: rigore! Come rigore? rigore, rigore... arbitro che prende una "topica" che sembra preannunciare una giornata grigia non solo per il calcio di hattrick. Tiro :rete!
Per la verità il 3-5-2 di Mr.Gozzi aveva fatto ben pensare, squadra con voti tutti eccellente, tranne il centrocampo fermo a buono molto basso. Superiori i grifoni in tutti i settori. Pari a centrocampo. Doveva essere vittoria sicura. Invece, contrariamente ai valori di squadra, i rossoblu sono appena sufficienti in campo. Ballesta e Borget voto 4, dalle polveri bagnate, mai pericolosi, inconsistenti e quindi nulli. Nessun cambio previsto e grave errore. Ancora fiducia a Mister Milione, Borget, che rimane ancora a secco. Mai un goal neanche per sbaglio. Ballesta sotto tono. Oggi società sul mercato arriva un semi-giovane tedesco, appena buono con già un buon score sulle spalle ma da recuperare di forma. La società ha voluto andare controccorrente sperando che puntando su uno meno bravo del "Milione" si potesse ottenere di più. Con le casse in rosso si può fare ben poco. Lampo di Omidi al minuto 39: Kolding recupera un gran pallone, scambio con Esseni che fa filtrare, Omidi, taglia in mezzo stoppa e tira di prima. Gran Goal! La partita è noiosa e i più intraprendenti sono gli ospiti. Poi quando ormai la partita sembra incanalata per il verso giusto arriva la vergogna, che non fa rima con beffa solo perchè Rubinat ci mette il manone e devia il match point di Spago. La classifica piange ma resta corta. Vincono i Grifoncini col fanalino di coda, a tener alto il morale in società.
Parliamone
Missione in-compiuta 2012-10-22 17:34:27 
Quasi scontata la sconfitta, è arrivata più dura del previsto

I Rangers tornano coi piedi per terra, dopo la vittoria in trasferta, nella seconda consecutiva lontano dalle mura amiche i grifoni restano schiantati dalla forza del Mucio, 4-0. In realtà i Rangers non sono stati nulli presentando una bella formazione settata, con un 442 che ha anche impensierito gli avversari nell'attacco centrale e sinistro. Poi però una squadra come la Muciese con un TSI medio altissimo ha fatto della forza di squadra il suo asso nella manica calando due goal per tempo, e lasciando poco spazio ai Rangers per rialzare la testa. Finisce così: ma la classifica non è malaccio, quindi con Spago in casa, sabato, necessaria la vittoria, alla portata, per riprendere la marcia, in un campionato che appare apertissimo, ma molto verrà scritto nella prossima giornata.
Chi vivrà...vedrà!

VAMOS RANGERS, VAMOS A GANAR!
Parliamone
E alla fine fu vittoria 2012-10-15 17:49:49 
Prima vittoria in campionato, trascinati da un sontuoso Pillittu

I Rangers tornano alla vittoria dopo il passo falso della prima, vincono in trasferta con un kingstom col freno tirato. I Rangers si presentano senza Brortjies con il solito 3-5-2. Ai valori sembra subito che i Rangers hanno le carte in regola per spuntarla. Ma il primo tempo, falcidiato dalla pioggia, risulta noioso, i giocatori fanno fatica nel pantano del Bob Nesta Marely Arena. Al 39' Aulì segue l'azione fino al limite, il passaggio in mezzo di Omidi, viene raccolto dallo stesso e spara imprendibile. 0-1. Al riposo così. Nella ripresa cresce Pillittu che la settimana sul mercato sembra averlo rivitalizzato e gigioneggia tra i suoi risultando il migliore in campo. Al 54' Omidi pennella in area è lo stesso Pillittu con una sforbiciata da prima pagina delle figurine panini e segnare il goal della domenica. 0-2. Quindi al 63' la pietra tombale: Hallas si sovrappone a Pillittu salta un uomo in velocità crossa in mezzo, arriva Omidi a ricevere al volo e spara nel sette:chapau e 0-3. Kingstom effettua un po' di cambi, anche i Rangers rispondono arretrando il baricentro, fuori Heghy per Ballesta. All'82' Miltenberg per i padroni di casa, salta due uomini e entrato in area spara un bolide sul quale Rubinat si supera. Non c'è altro.
I Rangers tornano a macinare, gioco e punti, importanti. Prima della sfida col Mucio ancora in trasferta.

Primavera: continua la marcia dei grifoncini che batotno 3-0 un Bagicalupo senza appello. Perfetti.

Sul fronte mercato finalmente ceduto un "peso", un giovane, Juan Munoz, straordinario in difesa, con 2,5 stelle di media e mai una convocazione in prima.


Finora quindi nulla da recriminare, Vamos Rangers: passo e chiudo!
Parliamone
Rangers, inizio amaro 2012-10-11 09:54:56 
Fuori in Coppa e vittoria gettata alle ortiche, partenza col freno a mano

Rangers all'avvio stagionale mai cosi col freno tirato. I grifoni chiudono la stagione passata salvandosi grazie al grande avvio stagionale, per tre punti. La stagione 50 del campionato di hattrick si apre con un pesante 3-0 a Carrara, dove i Rangers escono dal primo turno di Coppa Italia ufficiale con un punteggio che non lascia appello. Tuttavia alla prima di campionato in casa col Wonder, giocano bene. Presentano un 3-5-2 deciso e classico con dentro Willbanks a fare il centrale, fuori Brotijers e terzini Aulì e Broekman. Rivoluzione sul mercato ci vanno Pillittu, Passoni, Demetrescu e Burela. Non uscirà nessuno. Promosso dalla primavera Ugo Pontiroli, già eccellente in difesa. In campo davanti ci sono il Signor Milioni, Jean Borget, l'acquisto più alto della storia dei Grifoni, 871mila euro, attaccante sovrannaturale, che non si è ancora affermato e l'attesa lascia un po' con l'amaro in bocca, con lui Heghy.
Passano i Rangers con Esseni al minuto 8. Ma solo 2 giri di lancetta dopo ed è già pari lo score:1-1. Quindi Heghy timbra il primo centro personale per il 2-1. Al riposo cosi. Nella ripresa gran goal di Omidi al 55'. Sembra fatta la squadra si rilassa e fa male, la remuntada passa per Olcese al 61' e Bargara al 74' che pareggiano. Borget aveva già tirato i remi in barca per un duro infortunio al 13'. Piove sul bagnato. Partirà sicuro Burela e verrà integrato qualche giovanotto della primavera. Poca cosa questa squadra che ha perso nel credere in sè stessa. E qui dovrà lavorare parecchio Mr.Gozzi. Nel frattempo Forza Grifo!

Parliamone
Sconfitta e fischi 2012-09-10 11:13:02 
Rangers ancora sconfitti, ma mistikanza vince salvando sia i rossoblu che wonder

Altra sconfitta ancora al Sauro, questa volta una partita non adatta ai "deboli di cuore". Rangers schierati col 3-5-2 senza Beatle ma con Broekman al suo posto e una difesa più "rocciosa". Pronti via al 13' il goal dei Rangers: Pillittu con una parabola imprendibile lascia di stucco tutti per il vantaggio. Al 34' dopo un primo tempo giocato molto bene, non lasciando spazi a Wonder, arriva il 2-0 con Hehgy al 5° centro personale. Tiro cross in mezzo, devia Heghy voluto, e rete:2-0. Finisce cosi il primo tempo sembra archiviato il risultato. Ma nel secondo tempo sembra che i Rangers siano rimasti negli spogliatoi. Wonder accorcia, prima con l'1-2 poi Rubinat salva con un autentico miracolo. Poi il 2-2 con una sonora dormita dei centrali in quel caso Aulì e Willbanks, manca Broekman dietro e le diagonali non vengono fatte, goal della remuntada. Al 75' Wonder punisce, come all'andata fecero i rossoblu: su punizione perfetta:2-3 e tutti a casa. La Tog al triplice fischio spazientita fischia e cosi si chiude la giornata. Anche se le notizie migliori arrivano da Nitipon, dove i locali escono sconfitti 1-3 da mistikanza (per la capolista 13ima vittoria su altrettanti matches). Rangers e Wonder salvi con una partita di anticipo. Nitipon e Parrella retocedono.

Ora via alla rifondazione, a partire da Passoni, che passa in prima. A rendere la giornata calcistica meno pesante ci pensano i Little. Nel "classico" contro i Diffidati, gran vittoria con hattrick di Sir Colletti, promosso titolare. Questa mattina preso il nuovo portiere Romeo Zanon, veneto, 16enne, già accettabile di minima.
bisognerà riaprire il mercato, per cercare il jolly e forse un portiere. Previsti movimenti in uscita, per completare la rifondazione.
Nel frattempo nell'ultima col Parrella già retrocesso, in caso di vittoria, i Rangers potrebbero aggiustare la classifica anche se senza obiettivi ma solo per il valore su scala italiana. Da lunedi pomeriggio partenza per la Croazia, a riordinare le idee e poi amichevole mercoledi alle 8,45 ora italiana.
Parliamone
Disgrazia e fortuna 2012-09-06 10:42:20 
Rangers mai così in basso e male nella storia

Altra partita altra sconfitta, e sono tre. Consecutive, così forte, così brusco non era mai successo. Rangers al minimo storico e spettro della retrocessione dietro l'angolo. Squadra forte ma non abbastanza i risultati non sono arrivati, o meglio, menomale che sono arrivati, altrimenti ora sarebbe stata, non dura, ma durissima. Situazione critica. I rossoblu sono al minimo storico, 14 punti su 12 incontri con una difesa in passivo rispetto ai goal fatti. Mai successo. E la penultima posizione a -4 con ancora due match da disputare. La fortuna, che in un certo senso ha sempre contraddistinto la storia dei Rangers, vuole che Nitipon (penultimo ora) affronti la capolista, mai sconfitta in campionato. Per la legge dei grandi numeri potrebbe anche uscire sconfitta, ma se cosi fosse allora sarebbero cavoli amarissimi. I Rangers tuttavia giocheranno anch'essi. Al Sauro, per la penultima di campionato, arriva Woder Team. Battuta all'andata e desiderosa, sia di rivincita, sia di vittoria per togliersi dalle secche, inguaiando proprio il Grifo.

Grifo che sembra forte, ma che qualche problema di troppo. A partire dalla porta, dove sono in 3 gli estremi difensori, tutti a pari livello, dove il migliore però, di poco agli altri, Rubinat è fuori forma e non gioca con continuità. Confusione anche da parte del tecnico: primo perchè dovrebbe risolvere lui la questione gerarchica, secondo perchè dovrebbe prendere in mano le redini della situazione e decidere su quale modulo lavorare: 3-5-2 prima ma poi 4-5-1 qunando tutta la settimana i ragazzi si allenano sul primo. No va bene. Occorre terminare il prima possibile questa stagione disgraziata poi rifondare... pulizia in attacco, dove 6 punte sono troppe anche alla luce del fatto che ne vengono utilizzate sempre e solo 2. A centrocampo qualche "pezzo grosso" andrà sacrificato per spolverare altri reparti. Occorre un "uomo luce", uno sulla quale deve fare affidamento per il salto, ormai necessario, di qualità. C'è da lavorare. Forza Grifo!
Parliamone
 
Pages : 1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 11 12 13 14 15 16 17 18 19 20 21 22 23 24 25 26 27 28 29 30 31 32 33 34 35 36 37 38 39 40 41 42 43 44 45 46 47 48 49 50 51 52 53 54 55 56 57 58 59 60 61 62 63 64 65