12 Settembre 2006: La storia ha inizio...
   ** Che partita in Coppa Mediterraneo, 3 goal in 7': 3-1 al Sauro. Avanti!**
Serie VI.707
 
Grifo's Menu



Home Page
GuestBook
Area Tecnica

NEWS !
Generale
Mercato
Serie VI.707

COPPE
Squadra
LITTLE GRIFO

Primavera
Campionato
Area Supporter

Stadio
Tifosi
Gemellaggi
Varie

Official Shop
Multimedia
Statistiche
Archivio

Stagioni Precedenti
Trofei


Prima vittoria in Romagna 2010-09-27 10:46:32 
In emergenza i grifoni trainati da un ventenne dalle grandi prospettive

Ancora qualcosa da registrare ma questa squadra inizia a piacere. Sono 200 i tifosi arrivati da Genova a riempire il piccolo spicchio adibito alla tifoseria avversaria ospite al Lomba Arena. I Rangers sono in piena emergenza con 3 uomini sul mercato. Gelmirez, 20 anni spagnolo, arriva nel Grifo Rangers nel mercato di fine stagione. Tante apparizioni in amichevoli condite sempre con brillanti prestazioni. Un subentro alla terza di campionato e sabato la prima da titolare. Il ragazzo ha stoffa da vendere già a livello formidabile. Contrariamente a quanto attesa e dopo una settimana di pretattica Gozzi manda in campo un 3-5-2 con Trupi dietro all'unica punta Heghy. I due si intendono a meraviglia. L'esordiente 34enne davanti fa reparto da solo consentendo all'ungherese di prendersi più libertà. Pronti via bisogna aspettare fino al 22' quando un fraseggio sbagliato con passaggio orizzontale dei Brothers viene intercettato proprio da Gelmirez che in contropiede lascia tutti sul posto, supera il portiere e deposita in rete. Niente da segnalare per i padroni di casa, mentre i Rangers macinano bene e contengono a centrocampo. Visione di gioco e testa alta, Gelmirez non si fa pregare. Nella ripresa nessun cambio. Lomba è cambiato, di mentalità. 50' è Helmes che deve uscire alla disperata salvando il goal anche se due minuti più tardi non può nulla sulla disattenzione difensiva che vale l'1-1. Al 69' però Heghy si libera della marcatura con un gran gioco di gambe e da posizione centrale spara un diagonale imprendibile. Terzo goal in 3 partite Heghy è tornato. Al 74' la chiusura. Trupi batte un calcio d'angolo perfetto, Bonifaci sale in cielo su tutti e segna per il finale 1-3. Gozzi parecchio soddisfatto al termine del girone di andata:"Siamo contenti perchè alla fine oggi la partita era molto difficile bastava poco per perderla. Invece ce l'abbiamo fatta. Avevamo lavorato bene in settimana ed ero comunque ottimista. Poi i ragazzi hanno fatto la prestazione quasi perfetta. Abbiamo ancora qualche lacuna difensiva. Miglioreremo."
Calciomercato: un addio doloroso quello di Fusco che dopo 10 stagioni lascia i Grifo Rangers. L'altro a partire è Lovmo ancora infortunato. I migliori ringraziamenti da parte della società ad entrambi.
Parliamone
Col cuore: La vittoria inattesa 2010-09-20 09:15:15 
Errori, grande cuore e un super Sergio schiantano l'ex-capolista

Quando meno te l'aspetti i Rangers compiono l'impresa. La squadra di Gozzi si conferma l'ammazza capoliste visto che dopo aver rallentato la corsa del Treviso in trasferta si ripetono a Bologna con i locali che perdono la testa della classifica ancora occupata dai trevigiani. Partita non da deboli di cuore visti gli 8 goals finali e tanto da vedere. Rangers in campo prudenti con un 4-5-1 molto coperto, rientra Arostegui se non al meglio davanti Heghy unica punta. A centrocampo manca Beatle dopo 2 stagioni e mezzo da titolare. Pronti via al 4' passa il Bologna molto discutibile il rigore concesso dall'arbitro che non viene sbagliato. I Rangers si riorganizzano e al 30' giunge il pari altro rigore, questa volta più giusto con atterramento di Heghy lanciato a rete. Sergio non sbaglia.1-1. Happner deve lasciare il campo dopo aver subito un brutto fallo. Al 37' Heghy se ne va con uno scatto fulmineo e batte il portiere di casa con un gran diagonale per il colpo di scena e 1-2. Ma al 42' un errore difensivo dei Rangers permette al Bologna di giungere al pareggio. Sfida bollente e scoppiettante. Lovmo si infortunia (ne avrà per tre settimane) ma Sergio se ne va sulla fascia di competenza crossa tagliato in mezzo, anche la difesa del Bologna non sembra proprio in giornata Jacoblick, che ha sostituito l'infortunato Happner colpisce al volo : rete, sul 2-3 si va al riposo. Nella ripresa doccia fredda iniziale il 3-3 arriva fulmineo. Ma per i felsinei termina la benzina definiitivamente già al 60'. Scorre il minuto 65' Sergio recupera palla parte in velocità entra in area, doppio passo e tiro sul secondo palo. Il secondo colpo di scena per il 3-4. Al 70' scende il sipario. Fierro viene imbeccato in area parte e batte in diagonale il portiere per quello che sarà il 3-5 finale. Alla fine tutti soddisfatti anche Gozzi:"Quando non te l'aspetti è ancora più bella. Una vittoria importante che fa dimenticare il ko interno col Fuscaldo. Restano da correggere i soliti errori difensivi. Però c'è da dire che il cuore ha premiato i ragazzi nonosante la cattiva sorte che per il discorso infortuni ci ha ancora una volta strizzato l'occhio".
Parliamone (1)
La festa dura poco 2010-09-14 23:52:40 
Rangers ancora stanchi dallo spreco di energia, Piccano e perdono
Si sapeva del potenziale offensivo del Fuscaldo che 7 giorni prima aveva battuto l'armata di MTR, quest'oggi l'impresa è al Sauro. Rangers poco pungenti ma passano con Heghy al 14'. Gli ospiti si rendono pericolosi con l'attacco atomico ma prima Helmes si supera poi cade sugli sviluppi di un'amnesia difensiva che lascia perplessi. Non è finita perchè purtroppo gli uomini di casa non riescono a portare il pareggio all'intervallo tanto che vanno sotto. Nella ripresa nulla fino al 70' quando segnalamo per note di cronaca la doppia sostituzione dei Rangers che non porta certo benefici. Se Lovmo deve uscire causa resistenza ridotta è l'ingresso di Bakbo a destare curiosità al posto di Sagasta. Quest'ultimo non aveva giocato male ma il Mister decide così. Fuscaldo trova più spazi quelli cioè lasicati dai Rangers che si erano allungati per cercare il pareggio. Arriva l'1-3, ma 5' dopo, scorre il minuto 75 è Sergio con una punizione delle sue a riaprire il match che però si chiude inesorabilmente al 84' con un altro e ultimo goal degli ospiti che fissano il punteggio sul 4-2 finale sapendo di aver compiuto un'impresa storica.
Gozzi amaro negli spogliatoi dirà: Purtroppo a Treviso abbiamo speso tantissime energie fisiche ma soprattutto mentali, ora c'è da temere che il PIC non ha più gli effetti delle stagioni passate. Questo penalizza ulteriormente. La testa della classifica si fa più lontana ma il campionato resta equilibrato e ancora lungo. Restiamo in scia.
Parliamone
Grifo, appuntamento con la storia 2010-09-05 00:56:28 
A Treviso la partita perfetta, 3-1 alla capolista

Gli stessi undici che 7 giorni prima ottenevano la prima vittoria stagionale dopo 2 pareggi in altrettante uscite, la partita preparata da Gozzi nei minimi particolari, lo spirito infuso da Kelling a livello mentale e la partita della Stagione non viene mancata. Treviso riceve una sonora lezione di calcio rimanendo in testa ma con i Rangers a -1 e pareggiati dal Bologna. Lovmo e Sergio gli artefici con un assist e un goal strepitoso, d'antologia. Pronti via i padroni di casa partono forte, ma sarà un fuoco di paglia. All'11' è già goal. Per vie centrali si snoda l'azione al limite dell'area Fierro non vede nessuno libero servendo per Lovmo che vede e serve il dimenticato da tutti Heppner che accorre riceve e in diagonale trafigge il portiere di casa non impeccabile. Di stucco il Tenni e i suoi tifosi, ma cosi tanto come 10' dopo quando sul corner di Sergio la difesa veneta non riesce a liberare favorendo il tiro di controbalzo e di esterno destro di Arostegui, un difensore, che segna il 2-0. Incredibile anche in radiocronaca i commenti. Nella ripresa nessun cambio fino all'70' quando Lovmo viene rilevato tra gli applausi dei 300 ultras della Torcida Grifonica. Dentro Pillittu. Kolding rimane in campo stringendo i denti nonostante un intervento molto duro. Al 75' il goal del Treviso che accorcia. Ma Sergio all'84' a far calare il sipario. Azione dirompente sulla fascia e al limite dell'area lascia partire un tiro d'esterno diretto nel sette e imprendibile. Finisce cosi con la squadra in delirio quanto i tifosi che si sono accollati un viaggio interminabile e fradici di gioia e sotto il temporale mai domi. Ambiente in delirio e congratulazioni anche dagli addetti ai lavori. Un radioso Mr.Gozzi in sala stampa:E' stata una partita difficile quanto bella volevamo vincere. Kelling ha inculcato questo ai ragazzi senza farli arrivare all'impegno troppo stressati. Abbiamo MOTSato era importante forse non ce l'avremmo fatta altrimenti. Andiamo avanti cosi ora che la caccia è aperta con la svolta stagionale. Grandi tutti. Avanti cosi!.
Parliamone
L'ora della vittoria 2010-08-30 10:09:36 
Vittoria, primavera e Genoa

I Rangers inanellano la prima vittoria in campionato voluta e importante. Boccata di ossigeno in vista di un difficile match con la capolista e mattatrice Treviso, ex Asylium. I Rangers affrontano la neo capolista Milan che ben ha figurato nelle prime due uscite. Torna il 352 con Backbo all'esordio dietro alla punta Heghy. Lovmo confermato e Helmes che sostituisce l'infortunato Calderon. Un buon pubblico si riversa al Sauro. Pronti via al 11' è già goal. Lovmo lancia in diagonale Sergio che viene steso al limite. Proprio l'ala ligure batte su punizione un tiro perfetto e fa 1-0. Dopo 10' e una pressione costante arriva la seconda segnatura.Lovmo taglia per Beatle che insacca senza pensarci un tiro imparabile: 2-0. Nella ripresa accorcia il Milan che rimane però in una condizione abulica. Per questo che i Rangers spingono sulle fasce come i vecchi tempi. Il centrocampo è alto grazie all'apporto di Backbo. Lovmo esce per Pillittu. Arriv ail 3-1 su rigore del cecchino Sergio che non sbaglia. Un Gozzi più sereno in sala stampa:"Siamo più sereni Kellim ha aiutato i ragazzi a credere in loro. Lo scatto di kolding e l'apporto di Bakbo hanno reso molto al centrocampo che sta tornando un punto di forza delle squadre. Il resto del girone ha giocato c'è da tenere d'occhio il Bologna, e il Treviso ha dei valori altissimi.Ora in veneto sarà durissima Sabato. ci alleneremo al meglio sperando che la forma ci sorrida."
In settimana nasce Little Grifo la primavera di Grifo Rangers. Sarà una bella formazione si spera anche possa avere buoni risultati era un obiettivo del progetto GIGO e così di parola la società si è ancora una volta confermata. Tutto condito e condizionato dall'entusiasmo dell'universo Genoa che vince a Udine alla prima di campionato che in serie A non accadeva da 63anni. E' proprio il caso di dire VAMOS A GANAR!!!

Parliamone
Rangers, che fatica e poi delusione 2010-08-23 10:44:09 
Faticoso pareggio con sfortuna ed episodi sfavorevoli.

Secondo pareggio in campionato su altrettanti incontri ma con quanta fatica! All'Azzurri Arena di Napoli i Rangers vengono condizionati da due infortuni (Beatle e Calderon), passano in vantaggio poi raggiunti e superati 2 volte per poi pareggiare a 15' dalla fine grazie a Heghy. Si parte col 451, Gozzi si copre. Al 24' già la partita cambia, in modo negativo per i rossoblu. Beatle viene toccato duro e deve uscire, dentro Bonifaci. Il risultato non è lo stesso. Sergio mette in moto al 34' l'azione che porta al vantaggio con Levmo che riceve e lascia per Heghy che rientra liberando Kolding, al rientro dopo tante partite. Tiro secco in diagonale e 0-1. Azzurri dopo la sconfitta alla prima gioca il MOTS, il centrocampo gira ad insufficiente molto alto e nonostante l'esperienza e la forza dei centrocampisti liguri i grifoni soffrono. Al 45' il pareggio dei padroni di casa. Grave la disattenziona di Happner.
Avvio di ripresa ed altro goal per i padroni di casa che si portano sul 2-1. Calderon dopo un'uscita alta cade male, la caviglia fa crack. Entra il secondo Helmes. Kolding al 60' riesce a recuperare un pallone non liberato a colpire di collo pieno sengnando il pareggio. 2-2. Ma Azzurri forti di un ottimo centrocampo provano ancora ad impensierire Helmes, che se prima si supera dopo cede per il 3-2. Sembra ormai tutto compromesso con i Rangers ormai tirati col 352 in virtu dell'uscita di Happner che favorisce Mateo-Sagasta. AL 76', cross perfetto di Sergio, bello teso e la testata di Heghy che non lascia scampo al portiere di casa. Firmando il 3-3 finale.
In sala stampa Gozzi appare parecchio amareggiato:"Mi dispiace perchè 3 punti oggi ci avrebbero rilanciato. E' un peccato perchè la squadra sembra girare a rilento. Siamo un po' sotto impegno. Mi spiego se avessimo reso in base a salute fisica e mentale nelle ultime due stagioni ora non saremmo in debito. Invece ora dobbiamo lottare contro noi stessi prima di tutto. Queste nuove regole dei 3 a centrocamp che penalizzano la squadra mi sembra una gran stronzata. E' un controsenso. Poi oggi siamo anche stati anche sfortunati come se non bastasse. Loro hanno Motsato, abbiamo avuto due infortunati e non eravamo lucidi.Ci rifaremo però nel frattempo c'è di che rammaricarsi."
Parliamone
Il bicchiere è mezzo pieno 2010-08-19 14:38:49 
Rangers alla prima con MTR, è un pari. Buono

I Rangers alla prima al Sauro stagione 43, ancora orfani di Gozzi di ritorno dalle ferie e all'ultima panchina di Ovidiu Daescu, il carisma scende e cosi dovrà lasciare. Arriverà poi mercoledi William Fellime, 33enne svedese. Pronti via le squadre si studiano. Poi dopo una ripartenza veloce la prima velleità di MTR. Tiro, fuori. Lo stesso fa Broekman che si inserisce lasciando partire un buon fendente che impegna l'estremo ospite. Ma improvvisamente la seconda pretendente alla promozione passa: Cross teso si stacca il bomber nuovo dei marchigiani che insacca sul secondo palo. Dieci sono i minuti dove i Rangers recuperano le forze e mettono insieme le idee. Le stesse che porteranno alla costruzione dell'azione per il goal di Pepito Fierro. Lovmo raccoglie girando per l'accorrente Arostegui, che lancia Fierro il cui tiro di controbalzo ad incrociare si risolve con la marcatura. 1-1. Nella ripresa un'occasione per parte. Fine.
Nel girone Treviso (ex-Asylium) si conferma numero uno e vince di misura. Parte forte Milan che batte 3-1 Azzurri, prossimo avversario dei Rangers a Napoli sabato. Vince anche il Bologna neo-promossa con l'altra collega ex di nona serie. Il primo passo per dimenticare il finale disastroso della stagione
appena passata e ancor più la cocente eliminazione di Coppa Italia Tim dal primo turno è stato fatto.
Parliamone
Dubbi, speranze e sogni alla vigilia della nuova stagione 2010-08-06 12:11:48 
Presentazione alla stampa degli acquisti svedesi, titanico e straordinario, tribune assiepate, revoca del silenzio stampa.

Si parte Rangers ai nastri di partenza sulle onde dell'entusiasmo provenienti dal vicino Genoa e della sua campagna acquisti faraonica, con il tifo rossoblu in fibrillazione che contagia evidentemente anche quello dei Rangers, si riparte per la Stagione 43. E' la 14a stagione con Gozzi alla guida e della storia dei Rangers. Una campagna acquisti che doveva essere visutta in sordina a fari spenti, poi nelle ultime giornate arrivano Beckbo, 32anni svedese straordinario in regia buono in attacco ma soprattutto Levkmo,34 sempre svedese, titanico in regia. Incredibile colpo per soli 200k. I rangers poi comprato Shuester già rimesso sul mercato dopo la parentesi (è già arrivata un'offerta, quindi di sicuro in partenza) della fine disastrosa dello scorso torneo. Stessa sorte per Hoffman il nuovo portiere che gioca un'amichevole ed è già stato ceduto. L'altro acquisto ancora a centrocampo il formidabile 22enne spagnolo Gelmirez, ottimo elemento finito in infermeria. REsta la vecchia guardia. Anche se indiscrezioni darebbero in partenza Aulì fuori da 7 giornate sempre con forma tremenda.
I Tifosi hanno già dimenticato e sono pronti a ripartire. Dopo aver chiesto all'inizio settimana di sciogliere il silenzio stampa solo oggi la revoca arrivata per mezzo dell'ufficio stampa. Questa mattina al Marietto sono arrivati in circa 300 unità e a grandi cori hanno scandito le varie fasi dell'allenamento. Il girone sarà molto difficile, intanto non ci sono BOT e quindi occorre dosare le forze. Certo è che con questo ultimo acquisto (Levko) i Rangers hanno conquistato posti nelle papabili per la promozione. In attesa delle prime interviste della stagione e con il congedo di Gozzi causa vacanze non ci resta che dire VAMOS RANGERS, VAMOS A GANAR ! !
Parliamone
Finale pessimo e fischi 2010-07-26 11:17:55 
Al Sauro sconfitta pesante contro la neo promossa Ortolano

All'ultima di campionato con una sconfitta all'orizzonte quasi prevedibile, quello che rimane dei Rangers prova a limitare i danni senza riuscirci. 4 sono i goals dei romani che ormai sono davvero una grande squadra lasciano di stucco il tifo ligure genovese di marca rossoblu che aspetta da vero pubblico la fine della partita per bombardare di fisci i suoi beniamini e continuare una protesta ormai in atto da diverse giornate per un campionato agli albori dall'inizio e terminato in malo modo nell'ultimo periodo. Finise 5-1 per Ortolano con il solo goal della bandiera di Bonifaci. Continua il silenzio stampa. L'ufficio stampa dei Grifo Rangers ha diramato la comunicazione ufficiale sulle date del ritiro. Riposo campionato fino a mercoledi ore 16. Ore 18 di mercoledi 28 ritrovo alla spicciolata al Marietto, notte presso il campo sportivo e partenza di buon mattino ore 06,30 alla volta di Torriglia dove si disputerà il ritiro che terminerà mercoledi 4 agosto. Ritorno a Genova dove preseguiranno gli allenamenti. La stagione inizia ufficialmente martedi 10 Agosto col primo turno di Coppa Italia mentre sabato 14 ci sarà la prima giornata di campionato.
Parliamone
Grifo, vittoria amara 2010-07-19 09:27:59 
Al San Paolo amarissima la vittoria ma più amaro è sapere della sconfitta di MTR

Rangers coriacei in Campania, nella festa coi fratelli partenopei sotto il diluvio universale i Rangers strappano 3 punti che non servono anulla se non per il morale. Se poi vieni a sapere che acas, fanalino di coda e retrocessa da 5 giornate matematicamente batte MTR ti viene da pensare che se avessi giocato un tantino più guardingo 7 giorni prima forse saresti ancora in corsa. Poi però ammetti che Ortolano non ha più avuto passi falsi al contrario tuo e allora fai i comlimenti ai romani e tu rimani col rammarico che ancora un anno lo passerai in VIII serie. Tuttavia per i Rangers, dove sono iniziate le epurazioni, partiti Baltazar, Duvdhal e Tacks tutti per una cifra intorno ai 320mila euro nonostante l'età per tutti orientata ai 32 anni, la fortuna inizia a ri-girare nel verso giusto anche se tardi. Al 4' per esempio Calderon esce non pulito sui piedi del bomber azzurro lanciato a rete, per l'arbitro è tutto regolare. Restano il dubbio e le proteste del tifo e della compagine di casa. Al 30' un siluro da parte di Azzurri scheggia la traversa ed esce. Calderon chiude definitivamente la porta con un grande intervento quando scorre il 45'. Nella ripresa al 55' è già goal Rangers, contropiede con Heghy che recupera in velocità la posizione e con un tocco sotto fa secco l'estremo di casa. Questi capitola ancora poco dopo quando Beatle taglia centrale rasoterra e Fusco si trova al posto giusto al momento giusto: stop e tiro. Il portiere degli Azzurri non è impeccabile:0-2. Poco prima del finale al 80' i padroni di casa accorciano:1-2. Nel finale all'88' è Jacoblik a condire la sua presonale e brillante stagione con un bellissimo goal con tiro a giro sul palo più lontano per il 3-1 finale. Rangers che vedono quindi il ridimensionamento della rosa e l'abbassamento dell'età media. Notizia di ieri sera arriva l'inglese 19enne Sharon Steler, professione terzino e già eccellente. Poi all'una scadeva un'asta per un fortissimo centrocampista brasiliano sul quale però non si è chiuso. Continua il silenzio stampa della società.
Parliamone
 
Pages : 1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 11 12 13 14 15 16 17 18 19 20 21 22 23 24 25 26 27 28 29 30 31 32 33 34 35 36 37 38 39 40 41 42 43 44 45 46 47 48 49 50 51 52 53 54 55 56 57 58 59 60 61 62 63 64 65