12 Settembre 2006: La storia ha inizio...
   ** Vittoria storica in Sardegna: 2-3 con la Stella Rossa! **
Serie VI.707
 
Grifo's Menu



Home Page
GuestBook
Area Tecnica

NEWS !
Generale
Mercato
Serie VI.707

COPPE
Squadra
LITTLE GRIFO

Primavera
Campionato
Area Supporter

Stadio
Tifosi
Gemellaggi
Varie

Official Shop
Multimedia
Statistiche
Archivio

Stagioni Precedenti
Trofei


Il cinismo del grifo e il secondo posto ritrovato 2010-02-22 10:12:19 
Tre goal, tanti sbagliati, sicurezza dietro, il grifo vola

I Rangers concquistano i tre punti dopo una bella partita che giocata come partitella e vedendo alla lontana Occhi diventata ufficialmente un BOt rilancia le ambizioni dei Rangers. La formazione è confermata con il solo cambio di posizioni tra Arostegui e Duvdhal, cambio che porterà ad avere due settori della difesa a Buono, mai successo prima d'ora. Pronti via, fase di studio per le due squadre. Poi i padroni di casa a poco a poco iniziano a fare la partita senza rendersi però mai realmente pericolosi. Ci provano Cadete (oggi migliore in campo) e Heghy ma le conclusioni sono fuori. Mtr arriva a Genova dopo aver fermato i Rangers nel brianzolo 7 giorni prima sul pareggio. Gli ospiti hanno il forte desiderio di riuscire ad invertire il proprio cammino esterno, ma il fortino cade inesorabilmente tra il 34' e il 36'. In questi due minuti il cinismo rossoblu ha la meglio. Minuto 34: il pallone nei piedi di Sergio che parte per una delle sue solite azioni in solitaria.Dribla uno due avversaria poi viene steso al limite dell'area. Batte lo stesso giocatore e fa 1-0. Quindi due minuti dopo Cadete recupera un pallone pericoloso a centrocampo e verticalizza per Lazarov che parte in velocità e infila il portiere in uno dei più devastanti e classici contropiedi. Mtr è sulle corde e visibilmente distratto rischia la capitolazione ma si va al riposo cosi. Nel secondo tempo la notizia è il ritorno al calcio giocato di Giorgio Gervasi in partite ufficiali dopo l'operazione al ginocchio e l'infortunio che lo ha tenuto fuori 1 stagione e mezza. Beatle (5stelle) fuori nella standing-ovation a lui dedicata dal Velodrome. Nella ripresa festival delle occasioni sciupate dai rangers: prima Cadete da ottima posizione di controbalzo fuori. Poi Heghy fermato dalla super risposta del portiere di casa. Poi il brivido del 25' quando Kolding non pensando di essere l'ultimo la gira indietro lanciando a rete un avversario che però non ha fatto i conti con Calderon. Riflesso felino e porta chiusa. I RAngers ci credono all'89' la ciliegina. Rilancio di Calderon, Cadete al volo dall'altra parte dove Aulì viene dimenticato da Mtr, salta un uomo, finta il tiro superando il portiere e deposita in rete. Il Grifo torna secondo Asylium ferma a Roma sull'1-1 Ortolano e vince Napoli con l'ormai BOT Occhi della Tigre.
Parliamone
Grifo solo pari in trasferta 2010-02-16 17:02:49 
Un punto da bicchiere mezzo pieno

I Rangers strappano un punto giocando bene nell'interland milanese ma subendo la pimpante vena dei padroni di casa. Subito in avanti MTR che cerca di sfondare se non subito, dopo una brillante azione passano in vantaggio. I rossoblu si rimboccano le maniche e nonostante ciò non si rendono mai pericolosi sotto porta. La differenza è che al 26' i padroni di casa passano al raddoppio. La forza della squadra genovese sta però nell'uscire dalle situazioni più negative. Taglio perfetto di Kolding per l'inserimento in area di Cedete, tiro e 2-1. Si va al riposo cosi. Nella ripresa i Rangers concquistano metri su metri e pressano gli avversari. Il goal arriva solo al 82' con Sergio che ribatte una corta respinta della difesa di casa direttamente nel sette per un eurogoal. Poi un infortunio di un giocatore di MTR mette fine alla partita.

Rangers che terminano il girone di andata al secondo posto a 13 punti in concomitanza con Ortolano e Asylium. Questi ultimi sconfitti in casa dalle aquile romane per 1-4. I veneti che raccimolano 1 punto nelle ultime 3 ormai ripresi da Grifo Rangers e Ortolano appunto. Ma la squadra dei record è Napoli che conquista la settima vittoria su altrettanti incontri girando a punteggio pieno a +8 dal terzetto di inseguitrici. Campionato virtualmente chiuso con 7 giornate di anticipo. Hattrick è imprevedibile ma ci aspettiamo un girone di ritorno di fuoco.
Parliamone
Grifo, impresa in Ungheria 2010-02-10 12:27:21 
Il rientrante Gervasi, hattrick e partita strepitosa

Alla prima in Ungheria per i Rangers del bomber ungherese Heghy accolto e acclamato. I Rangers giocano alla grande e vincono 6-0. Partita già chiusa al 37' sul 4-0. Ma andiamo con ordine. I Rangers schierano il solito 3-5-2 col rientrante Broekman esterno e Tacks dall'altra e Colosimo centrale. In mezzo Westermayer, Pillittu e Baltazar con ali fortissime Gervasi dopo l'operazione al ginocchio e dall'altra Bonifaci. Davanti Indrianson e Clemetelli. Per i primi 20' i padroni di casa cercano di non lasciare spazio ai Rangers ingabbiando con la tattica del pressing. Ma i rossoblu oggi sembrano particolarmente ispirati nel palleggio e abilmente guadagnano metri su metri. Al 22' sfondano con il goal di Bonifaci imbeccato da un lancio preciso a cambiare il gioco del grande vecchio Westemayer croce e delizia nel finale di carriera. Controllo dell'ala rossolbu e tiro sul secondo palo per lo 0-1. Quindi Gervasi sale in cattedra. Prima con una serpentina fa impazzire la difesa approssimativa della squadra di casa. Poi riprende palla scambia con un 1-2 con Clementelli e scarica in porta per lo 0-2. Al 26' calcio di rigore che ancora Gervasi trasforma. Al 44' i Rangers dilagano. La difesa di casa libera con fatica, raccoglie Baltazar che non ci pensa tanto e di controbalzo insacca. Nella ripresa fuori Indrianson per Gasparini al fine di allenare il 4-5-1. Non cambia la musica perchè Clementelli è rapace da vero bomber, rimasto solo alla guida dell'attacco riceve da Bonifaci che recupera un pallone a centrocampo e lancia bomber Ezio e entra in area tra le maglie della difesa di casa e timbra il cartellino per lo 0-5. Dopo il cambio che vede l'ingresso di Cerelli per Bonifaci e Broekman che finisce sul taccuino dell'arbitro per un'entrata killer è la volta ancora di capitan Gervasi: per lui dopo uno stop di 3 mesi un'operazione al ginocchio e un lungo periodo riabilitativo a segnare il suo terzo goal: è Hattrick!
Finisce cosi da menzionare le prestazioni di Tacks, Pillittu e delle ali Gervasi e Bonifaci.
Parliamone
Il Grifo spiega le ali 2010-02-09 15:31:27 
In casa la ferocia del rapace rossoblu piega le tigri

Il Grifo torna al Ferraris con la consapevolezza che il dopo Napoli ha lasciato ancor di più l'amaro in bocca e che la squadra ci sia e anche forte sia. Infatti di cospetto davanti a Occhi della Tigre gli uomini di Gozzi si dimostrano pimpanti e a tratti arrembanti. Il Grifo presenta gli 11 top titolari. Col rientro di Kolding che si presenta in formissima e recuperato pienamente il centrocampo gira a Accettabile molto basso non preventivato come l'accettabile alto della difesa complessiva. Pronti via: Sergio impazza sulla fascia la mette in mezzo, tiro di Lazarov che impegna il portiere. Poi ancora Lazarov che di tacco libera Heghy e tiro alto. Al 16' la situazione si sblocca, Heghy entra in area spintonato: rigore. Sergio tira e fa 1-0. Tutto tranquillo fino al 45' quando Sergio scodella in mezzo, la difesa di Occhi sta troppo a guardare, recupera Lazarov che salta il diretto avversario davanti al portiere lo buca. 2-0. Il pubblico di casa spinge a gran voce, i Rangers continuano come iniziato nella prima frazione, Sergio in mezzo per l'accorrente Cadete, tiro secco un difensore devia, è angolo. Batte Sergio irrompe in area Aulì, per lui il primo goal stagionale, tripudio al Velodrome per i Rangers:3-0. Occhi ha una reazione d'orgoglio, prima dalla distanza poi fuori di poco quindi il goal, difesa rangers tagliata da un tocco dietro dall'area piccola, tiro di controbalzo nel sette. I Rangers riprendono come prima Sergio prende palla si libera ma prima del tiro viene steso al limite. Se ne incarica la stessa ala: è una perla a portiere immobile. 4-1. Partita compromessa per un Occhi che nemmeno sembra l'ombra della squadra dello scorso campionato. Arriva poi sul finale il 4-2. Ma quel che è certo è che i Rangers tornano a volare, mentre per Occhi ancora tanto da lavorare.

Nel match-clou, Napoli batte Asylium 6-1. I Rangers partono all'inseguimento.
Parliamone
Al Grifo non basta il cuore e la grinta della ripresa 2010-02-01 10:57:05 
Napoli capolista solitario dopo la vittoria del Ferraris

Il Grifo sbatte contro i forti "ciucci" napoletani che vanno in testa solitari a punteggio pieno. Un pareggio che cosi era fino all'86' combattutissimo da due squadre che hanno dimostrato tutto il loro lavoro avrebbe mantenuto aperto il campionato che ora sembra dominato dal Napoli coriaceo a Genova. Pronti via, non c'è Duvhdal ma TAcks insieme ai sempre presenti Arostegui e Auli. Tutto il resto invariato a centrocampo, nonostante il recupero del mattino di Oskar Kolding. Ormai però gli schemi e la formazione sono incentrati su il trio Cadete, Pillittu e Fusco e così rimangono. Davanti la coppia dell'Europa dell'Est, Heghy - Lazarov. Pronti via: i Rangers fanno la partita concquistando metri su metri provandoci con 3 tiri fuori misura nel primo quarto d'ora. C'è il tutto esaurito al Velodrome e il gemellaggio tra le due tifoserie molto saldo. Al 18' Heghy con un'abile finta di corpo libera il compagno Lazarov che può insaccare:1-0. Esplode il Gigi Ferraris. Ma il ritorno degli ospiti è veemente che pareggiano, poi passano allo scadere segnando anche il 3-1. Ma la ripresa è tutt'altra musica. I Rangers accorciano con Sergio (rimpallo e deviazione favorevoli) poi raggiungono il pari con Fusco che raccoglie una corta respinta del terzo angolo consecutivo nello stesso minuto e spara dal limite dell'area un bolide imparabile. Cambio: esce Tacks per Gasparini. Più offensivo il Grifo sfodera gli artiglia e spinge sull'acceleratore. All'86' il fattaccio taglio in area e Aulì rischiando il rosso si appoggia su Toob. Per l'arbitro è rigore, realizzato e la beffa del 3-4.

Gozzi:"Beh non posso rimproverare nulla ai miei, l'avevo detto in settimana che non fosse scontata la loro vittoria e che avremmo dato tutto. Ora se togliamo almeno un goal e un rigore che molte volte non viene dato, la partita e il campionato cambia. Ma alla fine è andata cosi. Non dico che mi lamento di non aver vinto ma il risultato più giusto a mio avviso era il pareggio in quanto noi il primo sian partiti bene poi abbiamo ceduto nel secondo tempo non c'è stata partita, abbiamo giocato alla grande lasciando costantemente il Napoli nella sua area."
Parliamone
Grifo corsaro, vittoria e slancio in classifica 2010-01-25 10:31:36 
Alla vigilia del big-match, Rangers risalgono in classifica

[
I segnali erano arrivati già in settimana poi il rientro lampo degli infortunati Fusco e Sergio e alla fine la diga a centrocampo regge nonostante l'insufficiente alto di casa. Sono i reparti singoli a fare la differenza. A compensare i Rangers la super difesa con il terzetto confermatissimo dei tre formidabili Auli, Duvdhal e Arostegui. Gli ultimi due anche nuovi goleador. Pronti via, il gemellaggio sugli spalti tra le tifoserie gemellate rispettivamente con Napoli e Genoa e la festa. Trecento da Genova assiepati a riempire il settore Osptiti. A gran voce Genoa Genoa! poi Napoli!. Azzurri e Rangers desidorosi di punti, i primi perchè a mani vuote dopo le prime tre, i Rangers per continuare la marcia di avvicinamento alla vetta dopo la brillante vittoria con Ortolano. Azzurri però dimostrano più intraprendenza. Manca lucidità sotto porta. E cosi le velleità arrivano dalla distanza ma tutte fuori misura. Al 43' Sergio se ne va sulla fascia imbeccato ottimamente dal lancio di Cadete (preferito al foto finish al connazionale Baltazar), tiro - cross sul quale il portiere di casa resta sorpreso e smanaccia ma sulla ribattuta arriva Tebor Heghy che insacca. Secondo goal in due partite per il giovane ungherese e terzo in campionato su 4 giornate. Allo scadere Lazarov va a recuperare un pallone apparentemente perso, converge e tira. solo la deviazione sulla linea salva Azzurri dal tracollo. Nel secondo tempo niente da segnalare fino alla "staffetta" tra Fusco e Baltazar, per dosare le forze e il rientro completo dell'ancora acciaccato Barracuda Fusco. Al 78' Duvdhal segue l'azione e Baltazar lo serve al limite dell'area il tiro non è perfetto la risposta dell'estremo azzurro lascia a desiderare...morale arriva lo 0-2. Nel finale Arostegui si inventa bomber con un tiro sotto la traversa riga e rete:0-3. Anche il pubblico di casa mai domo deve rassegnarsi. Ora è crisi. Rangers che spiccano invece per cinicità e personalità. Prova di forza che consente anche di superare Occhi battuto 7-1 a Roma. Restano Asilyum e Napoli in testa a punteggio pieno: Rangers ora la caccia è aperta.VAMOS A GANAR!
Parliamone
Olanda, papaveri e vittoria 2010-01-21 14:48:12 
Nella partita tra gemellati in Europa, vittoria secca

Segnali confortanti dall'Olanda, la terra dei papaveri porta con se la bella prestazione con secca vittoria dei Rangers contro i gemllati dei TimberWolf. La brutta notizia è l'ennesimo infortunio. Questa volta serio. Si tratta di Broekman che dovrà stare fuori a lungo. Cadendo male batte la clavicola a terra con una forte contusione uscirà in barella. Non c'è frattura ma inclinazione. Ne avrà almeno per un mese.
Ma tornaiamo alle note positive. I Rangers giocano molto bene e vincono. Apre Bonifaci servito in sovrapposizione da Westermayer. Quindi l'eurogoal di Dufour, cross tagliato di Bonifaci sul quale il francese capitalizza in sforbiciata. Nel secondo tempo fuori Indrianson autore di giocate memorabili dentro Clementelli. Il Grifo tiene il pallino del gioco e capitalizza ancora al 58' con Dufour abile a gestire in tap-in una respinta corta del portiere di casa.
E cosi con queste buone indicazioni i Rangers rientreranno a Genova per poi partire Venerdi sera alla volta di Napoli, sabato l'attesissimo scontro con Azzurri Utd. I prossimi avversari confidano in una partita d'assalto dopo le difficoltà nelle prime tre che hanno portato zero punti ora la partita della verità. Diverse le aspettative dei Rangers che dopo aver vinto con Ortolano puntano al massimo della posta, contro la sfortuna e con una rosa ristretta visto il "pienone" attuale in infermeria.

VAMOS RANGERS, VAMOS A GANAR!!
Parliamone
Rangers e la vittoria del cuore 2010-01-18 10:43:43 
Serviva come il pane e alla fine è arrivata la vittoria, tegole Sergio e Kolding

Vittoria Rangers vittoria col cuore. Il gioco latita per 38' fino a quanto Tebor Heghy all'esordio invitato su un piatto d'argento da Baltazar, vero ispiratore di squadra, spara un diagonale che vale l'1-1. Ma andiamocon ordine.
Si inizia davanti a soli 15mila spettatori ma la Nord col suo grande cuore è gremita e spinge a gran forza. Gozzi ha fatto pretattica tutta la settimana alla fine un po' di cambi in squadra che gioca a tre std in difesa con, davanti a Calderon, Duvdhal centrale Arostegui e Auli sulle fasce. In mezzo Pillittu soffia la maglia a Westermayer, con lui Baltazar da regista e Kolding. Sulle fasce lo straordinario da venerdi Beatle e dall'altra Sergio. Davanti coppia orientale formata dall'esordiente Tebor e Lazarov. Pronti via si va subito sotto. Al 10' Timmel dal limite gonfia la rete. La squadra non si riprende ma Lazarov fa da solo davanti tenendo alta la squadra il pallone galleggia in mediana che essendo superiore quella rossolbu rimane distante dai pali di Calderon inoperoso. Al 38' come detto Tebor Heghy al goal che fa esplodere Sestri. Si va al riposo. Ma nella ripresa entra in campo il Grifo e il suo grande cuore. Beatle scodella in mezzo al 50' per Baltazar che colpisce sporco, palo. Al 52' Beatle salta due uomini entra in area e viene steso: rigore. il contantto non è evidentissimo ma c'è vibranti quanto inutili le proteste dei romani. Batte lo stesso Jordi e segna il 2-1 sotto la TOG. Primo goal in partite ufficiali per l'olandese straordinario con giusto coronamento per lui. Mentre al 68' dopo un secondo tempo di continua spinta Baltazar parte in contropiede spara dal limite il pallone ribattuto va sui piedi ancora del portoghese che serve Duvdhal, che segue l'azione per dare manforte alla squadra e tira di collo pieno. Rete ed eurogoal:3-1.
Finisce sotto gli applausi, un match da tripla che rende meno dura la vita in campionato e ora la trasferta di Napoli contro il fanalino di coda Azzurri Utd. Ortolano non ha da recriminare i primi minuti sono tutti di marca romana poi sparisce e il rigore che mette una pietra tombale sulla partita.
Fiducia e spirito ripristanati ora VAMOS RANGERS A BOMBA
Parliamone
Arriva "Saliva" bomber Ungherese 2010-01-14 14:44:13 
Tibor Hegyi, per rinforzare un reparto atomico

Si chiama Tibor Hegyi è il nuovo bomber rossoblu acquistato per 450mila euro in un blitz di mercato della formazione ligure. Come anticipato in conferenza dal grande vecchio wetermayer quel che ci voleva per completare un organico già potente.

Vediamolo nel dettaglio:
Tibor Hegyi (205089188), ungherese
22 anni e 32 giorni, Prossimo compleanno: 03-04-2010

insufficiente di forma, eccellente in resistenza
Una persona popolare, equilibrata e disonesta.
È debole in esperienza e debole in carisma.

Totale Skill (TSI): 1 770

Skill attuali
Resistenza: eccellente Parate: disastroso
Regia: debole Passaggi: insufficiente
Cross: debole Difesa: insufficiente
Attacco: buono Calci piazzati: debole


Reti in carriera: 31
Hattrick (triplette): 4
Gol stagionali in campionato: 1
Gol stagionali in coppa: 0
Parliamone
Verde speranza Rangers 2010-01-13 11:19:25 
Protesta della Nord, surreale avvio di amichevole

SI veste di verde il Grifo, verde speranza e quello che non ti aspetti in un gelido martedi di gennaio. Amichevole al Gigi Ferraris contro Brigata Rosanero, formazione forte di X serie ma inferiore ai Rangers. La nord è semivuota, manca tutto il TOG, la roccaorte del tifo rossoblu. Uno striscione eloquente lambisce la gradinata là dove di solito batte il cuore della Nord e recita: "noi sempre presenti, voi? Fuori i coglioni". Si tratta dello sciopero del tifo che durerà come riporta il volantino consegnato fuori lo stadio, 15' nell'amichevole odierna. "Per la seconda volta nella storia dei Grifo Rangers scendiamo in campo con la protesta, protesta perchè va bene perdere ma con onore, alla vigilia di un esame di maturità che potrebbe rivelarsi decisivo per il proseguio del campionato. Le critiche aiutano a crescere, noi le accettiamo se necessario ma ora è il momento di tirare fuori l'orgoglio e la forza del Grifone che da sempre ci contraddistingue per amore e abnegazione alla maglia e quindi fuori i coglioni. Poi noi ci saremo... SEMPRE. Vamos Rangers, Vamos a Ganar!"
Questo il comunicato della Tifoseria Organizzata. E mentre alla spicciolata entrano gli ultras, Cadete stoppa e dal limite dell'area fa partire un fendente che va ad insaccarsi.1-0. Il 2-0 ancora di Cadete arriva al 36' col portoghese che va a smarcarsi dopo l'1-2 con Indrianson e deposita in porta. La prima frazione si chiude sul 3-0, questa volta Indrianson di testa dopo il cross perfetto di Bonifaci. Rangers rinunciatari però non c'è nessuno che prenda in mano le redini della squadra, da menzionare tuttavia l'operato di Indrianson e Cadete. La ripresa si apre col 4-5-1 per allenare un po' questo modulo in vista del Big-match (tante le idee e la confusione in testa al mister) di sabato. Colosimo rileva proprio l'islandese bomber. Arretra la squadra rossoblu ma gli ospiti sono veramente poca cosa tanto più rimpinzati di ragazzini inesperti. il 4-0 lo mette a segno Bonifaci e chiude il pokerissimo il grande 'vecchio' Matti Sandberg.
Un inizio di stagione in chiaro scuro subito forte poi sulle corde causa del malumore e della fiducia scarsa la sconfitta pensante per numero di goal in coppa ma soprattutto quella di Asylium con ripercussione in classifica. Non c'è che da lavorare, e sabato arriva Ortolano.
Parliamone
 
Pages : 1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 11 12 13 14 15 16 17 18 19 20 21 22 23 24 25 26 27 28 29 30 31 32 33 34 35 36 37 38 39 40 41 42 43 44 45 46 47 48 49 50 51 52 53 54 55 56 57 58 59 60 61 62 63 64 65