12 Settembre 2006: La storia ha inizio...
   ** Sconfitta col PIC. Ora scontro salvezza con la Stella Rossa**
Serie VI.707
 
Grifo's Menu



Home Page
GuestBook
Area Tecnica

NEWS !
Generale
Mercato
Serie VI.707

COPPE
Squadra
LITTLE GRIFO

Primavera
Campionato
Area Supporter

Stadio
Tifosi
Gemellaggi
Varie

Official Shop
Multimedia
Statistiche
Archivio

Stagioni Precedenti
Trofei


In Coppa si va. La Mediterraneo trova la prima vittoria 2018-01-10 09:46:11 
Rangers usciti dalla Coppa Italia esordiscono con una gran vittoria e prestazione contro Lavecchiafilandadue, squadra di V serie che va col freno a mano tirato.

Rangers sugli scudi contro lavecchiafilandadue in casa, davanti a 20mila spettatori della TOG che crea una strepitosa cornice di tifo. I rangers presentano Zaragozi tra i pali, difesa a tre con Kolstov centrale, SUblanchek terzino con Peralta sull'altra, a centrocampo Pawliszyn, Fassio, Verdeja, Arcana, Carpani - in attacco Simola, Baraldi.

La partita si snoda su un ottimo binario vicinissimi al goal subito Rangers con Kolstov il cui tiro al 11' prende il palo sulla ribattuta è bravo il portiere ospite. Ed è Baraldi al 27' a segnare tirando un tiro da posizione difficile, spalle alla porta che si insacca ad arcobaleno. Palo esterno anche degli ospiti èd il solo tentativo, perchè poi ancora Baraldi ha una doppia occasione, prima a tu per tu col portiere avversario e aspetta troppo per concludere, poi grandissimo intervento dello stesso n°1 ospite. Anche Zaragozi sale in cattedra con un intervento strepitoso, acclamato a gran voce. Che scuola di portiere in casa rangers!

Nella ripresa, Carpani fa il diavolo a 4 e poi con la collaborazione ancora di Baraldi scatenato viene messo col passaggio di ritorno nella condizione di gonfiare la rete per il 2-0. Vari cambi a infraemzzare la partita portata alla fine con un risultato all'inglese tipico della tradizione rossoblu.

Difesa di roccia ancora, si va avanti in coppa e si prepara il campionato contro un Futsal anch'esso vittorioso nella sua Coppetta (3-2). In Coppa martedi big match con una squdra molto più forte, il chè da un pizzico di verve in più.

Tutti uniti e ancora festanti, mai domi!

Vamos Rangers!
Parliamone
Continuando a sognare 2018-01-08 09:32:40 
I Rangers continuano a sognare nella corsa in testa alla classifica. Non era mai successo, tre vittorie su tre partite in Sesta al comando di una classifica sempre più bella. Da soli!

Segna Palandri al 30' e la partita si chiude lì. Rangers spreconi prima nella prima frazione con Litwek poi con Verdeja. Il portiere degli avversari si dimostra attento, quindi il goal di Palandri, dopo una punizione rossoblu ribattuta dalla barriera che resta lì, il pallone non viene liberato subito e Palandri lo raccoglie da attaccante di razza, lui che di professione è difensore centrale, si presenta al cospetto del numero 1 di casa e deposita in rete. Nella ripresa solo Rangers, capace di andare vicino al goal prima con Arcana poi con Carpani che salta con un morbido pallonetto anche il portiere di casa, ma sulla linea in acrobazia un difensore la toglie dalla porta. Poi a salire in cattedra è Gardini con un paratone che vale i tre punti. SImola per Bratowsky ma nulla più fino alla fine. Bolgia di gioia per le 200 unità arrivate contrariamente alle previsioni pessime del tempo che poi regge, fino all'Elettrostatica Arean.
Che vittoria. Rangers sempre in testa, da soli.

Rinascita dopo l'esclusione di Coppa Ufficiale dove però già gli applausi avevano dimostrato che l'ambiente fosse sano e vivo.

Miglior difesa forte degli zero goal incassati. Non segnano molto gli attaccanti ma ci pensano i difensori, con Palandri su tutti, e i suoi due goal su tre matches.

Primavera

Gioie anche tra i Grifoncini che battono alla prima di ritorno senza troppe difficoltà i Pappagalli, per 5-0, e complice la sconfitta inaspettata del 1337 team si portano a +6 dalla seconda, proprio gli accerrimi nemici e si preparano al big match con questi forti delle 8 partite con altrettante vittorie.

Avanti così, mai un passo indietro, per continuare a sognare!

Vamos Rangers, Vamos a Ganar!
Parliamone
Battuti solo alla Quinta. Fuori dalla Coppa ma capolisti in campionato 2018-01-03 14:56:26 
Ci vogliono 5 partite per infliggere la prima sconfitta ai Rangers, con onore in Coppa. Si vola in campionato, capolisti

Rangers battuti solo da un'ottima interprete di 4^ serie in Coppa.
Scorre la partita numero 5 in stagione. Sono quattro i precedenti sempre vittoriosi, a partire dal campionato dove i Rangers corsari sbancano l'Outback Arena e si portano a casa tre punti pesantissimi, con i quali a punteggio pieno e imbattuti in difesa, volano al primo posto solitario in classifica.

In goal Verdeja all'11°, la partita resta incanalata sull'incertezza con i padroni di casa in debito d'ossigeno già al 60°. Il Grifo mette la pietra tombale in due minuti tra il 75° e il 77° con Palandri prima quindi il primo centro di Bomberino Baraldi.

In ripresa Johanasson ma non ancora in campo, inanella giri di campo al Marietto. Ma la partita che porta il tutto esaurito al Sauro come non succedeva da 7 stagioni è quella di Coppa Italia, dove i Rangers ospitano il Fantamazz, squadra di 4^ serie e quindi proibitiva come partita.

I Rangers schierano un po' di misto tra i titolari e le seconde linee. Squadra due sia fa per dire, visto che ci sono persone del calibro di Zaragozi, 19enne portiere che gioca a livelli del titolare. Fassio e Jankoviliz che sono a pari livello e in crescita di potenziali della squadra A.

E' bolgia al Sauro. Gran tifo. Purtroppo però un primo tempo da superiore porta il Fantamazz al doppio vantaggio. Zaragozi sale in cattedra in un paio di circostanze salvando i suoi e cade su due prodezze. Rientra con un altro piglio il Grifo in avvio di ripresa e fa sentire la sua voce. Prima Simola, sfiora la traversa, poi Carpani si inserisce in area sfrutta un errore difensivo e segna riaprendo il match che però viene chiuso a 5' dalla fine con altri due goals degli ospiti nel finale. Punteggio bugiardo e pesante, ma applausi per tutti a scena aperta. Ora tutti in trasferta, prosegue il campionato sulla cresta dell'onda.

Vamos Rangers, Vamos a Ganar!
Parliamone
Coppa e Campionato, Grifo Scatenato 2017-12-27 11:02:30 
Mai così bene in avvio di campionato e Coppa Italia Ufficiale. Ed è amplein con la Primavera

Mai così bene in avvio da almeno 4 stagioni. I Rangers volano, dominano in Coppa e ottengono col minimo sforzo tre punti d'oro in campionato. Battono in casa in avvio stagionale i Black Mamba reduci dalla vittoria playoff con i Crushed Boyz. Gli avversari arrivano in verità a Genova senza troppe pretese. I Rangers sulle stelle dopo la vittoria al primo turo di Coppa Italia ufficiale dopo aver inflitto una pesante sconfitta a domicilio alle "meregues" per 3-0, tutto in zona Grifo, che lo scorso anno voleva essere un periodo della partita nero. Negli ultimi 10 minuti infatti i Rangers andavano a perdere almeno 4 delle 7 sconfitte in stagione.

Non è così in Coppa col cambio di mentalità una formazione poi costruita per "soffrire il meno possibile".

Tegola in campionato col più forte giocatore mai approdato nella rosa rossoblu, John Jonassohn, che si infortunia al 20' ed è costretto a lasciare i suoi col centrocampo orfano di un fuoriclass. Al suo posto subito Arcana. Centrocampo già costretto a perdere un'altro pezzo da 90, durante il turno di Coppa con Litwek fuori per un infortunio alla caviglia. Ma il Grifo non si perde d'animo e con una magia di Pawlizinsk passa a condurre per poi mantenere un costante fuoco sugli avversari che reggono fino all'ultimo uscendo sconfitti di misura.

In Coppa ieri sera nuovamente in un Sauro colmo di gioia una prestazione da incorniciare e la vittoria, contro una squadra, Copacabana1982, sulla carta più forte. Mattatore ancora Peralta, già due centri su 3 partite ufficiali, il buon Palandri e Slotterback, praticamente il terzetto difensivo in goal. In porta un Gardini che sta facendo veramente vedere tutto il suo valore a tenere i suoi in vantaggio con un paratone e la vittoria finale che fa esplodere una bolgia di gioia. (3-1 il finale).

E si gioisce ancora:
Questa volta sono i Grifoncini che domenica la Vigilia di Natale, davanti a tutto lo stato maggiore rossoblu tra le mura amiche del Dino Sauro battono la ex capolista e vincitrice del titolo, la fortissima 1337 team, che deve inchinarsi alle prodezze di Braconi e Bursi (doppietta) per un 3-1 finale e un dolcissimo Natale, dopo il weekend perfetto, nel quale aprono i Rangers (1-0), si aggiunge il Genoa Cfc (1-0 al Benevento) e chiudono i Grifoncini [3-1 al 1337 team).

Parliamone
Reazione d'orgoglio. I Rangers ci sono. Quinti! ora playout 2017-12-04 15:29:58 
Una delle stagioni più travagliate di sempre. Coi grifoni sempre ad inseguire. Mancano 4 punti alla classifica per demeriti. Ma non sarebbe cambiato nulla

Una delle stagioni peggiori della storia. Rangers sempre un passo indietro alle altre. Recupera partite per poi gettare tutto alle ortiche nella famosa "Zona Rangers". Che non è una cosa positiva bensi il contrario. Bramanti delude come tutto l'attacco. E bene che la stagione non inziava così bene da 6 stagioni. Vittoria coi Crushed boyz battuti anche alla finale di stagione che riporta i Rangers davanti agli stessi, solo per differenza reti. Ma la classifica dice 5^. Bene perchè ai playout si va con un miglior ranking e quindi più possibilità. Sarà la quarta stagione consecutiva ai playout.
Un plauso a Badia che viene promossa e il relativo cambio al vertice alla penultima di campionato. Nella quale anche i Rangers vincono a tavolino evitando definitivamente la retrocessione sicura. Anche se non al 100%. Tuttto aperto fino alla vittoria dell'orgoglio che arriva come detto nuovamente coi Crushed ancora per 4-3 grazie ai goals di Litwek per una doppietta, Peralta (subentrato a Kurda la cui stagione finisce qui) e Pawlizsky sempre molto sul pezzo.

Cambiano gli anni non gli artefici ma ormai il centrocampo è vecchio e non riesce più a sostenere nè i 90 minuti nè tanto meno la forza avversaria. Si profila indipendentemente dal risultato del Palyout un'altra stagione di sacrifici e ci perdoneranno i tifosi che devono sostenere sempre la squadra nonostante da alcune stagioni siano avare le soddisfazioni. Ma quel contraddistingue è il CUORE.

E allora
FORZA VECCHIO CUORE ROSSOBLU


ancora avanti ancora insieme.

Tutti all'attacco, Sabato al Nazario Sauro per la finale playout

Vamos Rangers, Vamos a Ganar

Parliamone
Terzo Playout nelle ultime tre stagioni: sempre indemoniati i Grifoni e vincenti 2017-08-21 10:15:52 
Con un avversario molto blando i Rangers arrivati 5i per due punti dopo tutto sommato una buona stagione stendono l'avversario del playout salvezza 5-0

I Rangers non hanno nulla da ricriminare, inferiori alle prime due delle clasee ed al pari della terza e quarta. Finiscono 5i alla fine e col nuovo regolamento, così da quattro stagioni, si deve passare per lo spareggio salvezza.

Al Sauro la bolgia. Non c'è il tutto esaurito ma sono 24mila le unità presenti. Grande tifo della TOG. La squadra rossoblu nella splendida maglia Blu striata di rosso e calzoncini rossi, che richiama alla tradizione genoana con tanto di inno tale e quale si presentano rimaneggiati. Arcana squalificato a centrocampo e Bratowsky infortunato. In Tribuna Liaci che poi rescinderà a fine ormai carriera. Ci sono gli indisponibili quindi insieme allo stato maggiore rossoblù.

In campo chi gioca non è da meno.
Con Moyano tra i pali difesa a tre con Palandri, Facciolla e Kurda, centrocampo con ali Carpani e Pawliswisk, poi la vecchia guardia Heinzeinger, Verdeja e Litwek. Punte il Principe Bramanti e Glauco Baraldi. Si va. Turbo rossoblu: al 3' magia di Bramanti 1-0. Al 4' Pawliszy se ne va in sovrapposizione riceve e spara una sassata:2-0. Partita non in salita di più per gli avversari che giocano con contropiede senza però riuscire ad essere efficaci. Verdeja poco prima dello scadere della prima frazione fa 3, discorso (quasi, è d'obbligo) chiuso. Ripresa ancora Verdeja poi Baraldi arrotondano in maniera definitiva. Bolgia, tifo e festa per una chiusura come sempre col botto!

Ora dopo 5 giorni di festa. Si riprende con la preparazione nella Val Trebbia. Torriglia e Tercesi le località.

Mercato: dirigenza al lavoro. Con la partenza di Liaci arriva un forte e giovane polacco di 20anni. Centrocampista pronto per essere allenato, che alimenta la già presente colonia di polacchi in rosa. Quindi in procinto di chiudere per una altro giovane dal TSI già alto difensore. Arriva dalla cantera poi una altro difensore da allenare, si tratta di Canton Tommy che può fare anche l'ala difensiva.

Buona la ricetta per la prossima stagione già in progettazione.

Sempre avanti, mai domi!


Forza Rangers,
Forza Grifo!
Vamos a Ganar!




Parliamone
Doppia consecutiva e altri risultati: al giro di boa a metà classifica 2017-07-03 10:17:38 
Rangers sugli scudi nell'ultimo doppio turno di misura entrambe le vittorie che complici altri risultati lanciano la squdr di Gozzi al 4° posto, quinti per differenza reti

Gran colpo, anzi due!
I Rangers tornano in campionato dopo un avvio dei più difficili, 4 partite 4 punti poi la ripartenza col doppio turno col fanalino di coda, mai domo e onore a loro, ma Rangers più forti su carta e nella realtà.

Di misura entrambe con due eurogoal di "Re" Carpani che così mette una grossa pietra sulla sua investitura di leader in campo e nello spogliatoio, lui che arriva dalla cantera vero uomo e perchè si spera capitan futuro.

Al Sauro, sono gli ospiti sette giorni fa a fare la partita, i Rangers passano ma sono i Roots a riportarsi in partita, in apertura di ripresa, 1-2. Doccia fredda, ma entra in gioco con una colpo da maestro Re Carpani, doppio passo, rabona, tiro al sette... tutto lo stadio...una bolgia rossoblu. I rossoblu galvanizzati la chiudono col Principe Bramanti.

Al ritorno, sabato altro partitone. Alla fine primo tempo 0-3 Rangers. Arcana, Bratoscky e Carpani. Nella ripresa accorciano subito i padroni di casa (1-3) ma è un fuocherello, noia fino al 75' quando entra Litwnek. Tre minuti per il polacco alla stagione della consacrazione: rete! 1-4. Il fuoco lo accende la squadra di casa, con una rimonta da panico, che rimarrà un'incompiuta: finisce 3-4 e complici i risultati di Caronte e Cvedna il Grifo sale alla casella numero 4, solo quinti per differenza reti con Caronte. Quest'ultima sta diventando un bot e questo rilancerà quasi sicuramente le ambizioni di scongiurare la retrocessione e perchè no anche i palyout per i Rangers, sempre con gli artigli del Grifo che torna a volare.

VAMOS RANGERS
VAMOS A GANAR


Parliamone
Spareggio e cuore: vittoria! 2017-05-02 11:28:52 
Si resta in 6 serie: Rangers tutto cuore e grinta nello spareggio di fine stagione. Opposta una formazione scarica anche di nervi e in 10 dal 26' del primo tempo

Vanno i Rangers, gran partita. C'è il pubblico delle grandissime occasioni al Sauro nonostante non sia un'occasione per fare il salto di qualità ma la seconda volta consecutivo di spareggio salvezza, playout. Si gioca con l'opposta PaviCam desiderosa di provare nella promozione. Grande Tifo sugli spalti.

Vanno subito a spron battuto i Rangers: al 7' contatto tra Arcana al tiro e un difensore che lo tocca sul piede d'appoggio rigore ineccepibile e cartellino giallo per l'avversario. Va Arcana, lo specialista e non sbaglia. Bolgia!
Al 17' pallone tagliato in mezzo di Pawlizysn, Bramanti stoppa e tira una legnata che si insacca. Bolgia tremenda e torciata per i rossoblu.
AL 26' nervi tesi per il già ammonito degli ospiti che si fa espellere per fallo di reazione. Verdeja vicinissimo al goal. Poi ripresa, dove cala il sipario al 55' con Arcana e il suo 5° centro personale stagionale, 3-0. Finale 4-0 con Pawlizysn che segna in tap in dopo un miracolo del portiere avversario che si supera su Kurda.

Grande Grifo, grande cuore!

Si resta in sesta, c'è meno verve di un tempo, poche finanze e il desiderio però della dirigenza di sistemare un po' un organico che ha reso tantissimo nelle ultime 10 stagioni ma che ora è giunto al cambio generazionale. Necessario e doveroso un plauso. La stagione è da dimenticare, ma il finale è stato da vera squadra, da grande gruppo, e dal cuore....GRANDE COSI'!

Sempre uniti, VAMOS RANGERS!


Parliamone
Fine girone di andata:il punto rossoblu 2017-03-07 10:03:00 
Si chiude l'andata in un campionato difficile, dominato da Cvedna Sveza prima ed ora Cotechinese. Con le outsider Badia e Lavello ad inseguire. Rangers in recupero l'ultima di andata, ma sotto le aspettative.

Si chiude il girone di andata in serie VI.707 stagione 64. I Rangers sono stoici e storici dalla stagione 33 in campo. Questa coincide con una delle stagioni più travagliate, difficile la serie, con formazioni che fanno della forza del collettivo e tattiche moderne, armi devastanti. Parte forte Cvedna in avvio dominando e vincendo di misura a Genova (1-2) alla prima seppur non senza difficoltà. Noie in campionato per i rossoblu, che alla seconda non vanno oltre il pareggio casalingo con l'abbordabile Foosha neopromossa, ma che volano in coppa, quella delle Alpi, dopo l'esclusione alla prima in Coppa Italia.
Alla terza di campionato, Grifoni corsari e spreconi: a domicilio di Urcus vanno in vantaggio, si portano sul doppio vantaggio ma in 17' subiscono 4 reti che condizionano a deludono tutto l'ambiente.

Anche la primavera perde l'unica su sei incontri nella stessa giornata che diventa una domenica non certo serena.

La prima vittoria in campionato arriva per i Rangers alla 4a, in casa contro il Piggop altra neopromossa, distrutta per 3-1.

Ma le successive sono un trittico devastante, in serie ad affrontare Badia (fuori), Cotechinese (in casa) e Lavello (fuori). Le prime due con tanto di Gozzi oltreoceano in ferie vedono due sconfitte, col Badia non c'è storia nonostante il fortino rossoblu (4-0) ed anche con la nuova capolista Cotechinese che passa al Sauro (0-3).

L'uscita pure dalla Coppa crea un ambiente molto teso.

Ma quando meno te l'aspetti e in coincidenza del ritorno dello Sciu, ecco la vittoria del morale e, forse, scacciacrisi col Lavello. Gli uomini di casa, con i quali non scorre buon sangue, usano il 2-5-3 (tattica moderna e votata all'attacco). Porta i suoi frutti perchè all'intervallo i padroni di casa sono già sul 2-0. Poi al 54' la doppia ammonizione e doccia anticipata di uno dei difensori di casa, apre le porte alla speranza di remuntada rossoblu. Che inizia con Peralta al 61', il goal di Bramanti poi al 75' ed infine Verdeja 3' dopo a chiudere i conti.
I Rangers con un sorriso, i Rangers che ora hanno lo stesso trittico col favore del campo, per tornare a volare.

Vamos Grifo! #maidomi
Parliamone
Epilogo doloroso, finale con grinta: ora Playout 2017-01-02 10:52:49 
Era iniziata con ben altre aspettative la stagione, poi qualcosa si interrompe, brutte sconfitte finali. Nell'ultima il pareggio, con grinta. Il Tifo resta coi Rangers, sebbene all'inizio sia sciopero. Ora Playout. Alla portata

Con altre aspettative i Rangers iniziavano la stagione in quel del Badia subito con una prestazione sopra le righe. In vantaggio 0-2 in trasferta nella ripresa sbagliavano per due volte il colpo del definitivo ko, poi rimontati fino alla beffa finale del 2-2. Di lì in poi una stagioni di alti e bassi, un gran recupero nella parte centrale con 7 risultati utili consecutivi poi il tracollo finale con due partite perse consecutivamente con risultato pesante di 5-0 con Lavello dal dente avvelenato e Patatina lanciata alla vittoria del titolo.

Nell'ultima apparizione di campionato Rangers impegnati tra le mura amiche contro Ac Badia. Finisce 1-1. Era iniziata con 15' di sciopero del tifo. Poi la gradinata si riempie, iniziano i cori ma al 40' passano gli ospiti qualche fischio dagli spalti. Ma è quando il gioco che si fa duro che i duri non si tirano indietro. Bramanti segna un goal da cineteca per il suo quarto centro. Boato e tifo. Nella ripresa, Liaci colpisce il palo, poi Verdeja appena entrato sfiora la traversa. Si incita fino alla fine. Al triplice fischio applausi ed incoraggiamento forte. Sarà playout per scongiurare la retrocessione che avrebbe dell'incredibile per come maturata. Mancano 4/5 punti "facili" nel conteggio dei 20 totali finali ai Rangers. Punti che se fossero stati concretizzati non avrebbero portato a tanto, ma soprattutto non sarebbero stati "rubati" perchè facili e normali.

Non si può tuttavia rimanere a pensare a quello che sarebbe stato, ma concquistare quel che appartiere, quel che fa parte di una squadra che con in suoi alti e bassi ha sempre attirato a sè amore e tifo.

Avversario il Sumbra. Squadra di 8^ serie arrivata quarta. I valori sembrerebbero pendere dai rossoblu. Ai posteri però va l'ardua sentenza. Appuntamento sabato per iniziare il nuovo anno nel migliore dei modi.

Vamos Rangers! Mai domi, fino alla fine mai un passo indietro!
Parliamone
 
Pages : 1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 11 12 13 14 15 16 17 18 19 20 21 22 23 24 25 26 27 28 29 30 31 32 33 34 35 36 37 38 39 40 41 42 43 44 45 46 47 48 49 50 51 52 53 54 55 56 57 58 59 60 61 62 63 64 65